covid,-si-va-verso-nuove-restrizioni-e-pasqua-in-zona-rossa
Spread the love

Nuove misure saranno decretate da Draghi dopo la seduta del Consiglio dei Ministri programmata per venerdì, in cui saranno presi in esame i dati forniti dalla Cabina di regia.

Si va verso nuove restrizioni per cercare di arginare l’impatto delle varianti, restrizioni che però verranno decise venerdì sulla basi dei dati del monitoraggio settimanale della Cabina di regia.

Il governo sembra pronto a recepire le indicazioni del Cts, volte all’adozione di misure più rigorose. Queste dovrebbero includere l’automatico passaggio in zona rossa delle Regioni che superino i 250 contagi ogni 100 mila abitanti e la zona rossa generalizzata nel weekend pasquale.

Il premier Draghi vuole aspettare gli ultimi dati del monitoraggio prima di prendere delle decisioni ma l’arco della maggioranza è già diviso a riguardo: il Ministro Speranza, che spinge per chiusure in tutto il territorio nazionale, guida il fronte dei rigoristi, in cui si collocano PD, M5S e LeU; Forza Italia, Lega e Italia Viva per adesso si oppongono a chiusure generalizzate, per non penalizzare negozianti e ristoratori, oltre che Regioni per ora a basso rischio come la Sardegna

Questo è quanto emerso da un incontro a Palazzo Chigi oggi, 10 marzo, a cui hanno partecipato Draghi, ministri ed esperti.

Gli scienziati, nella fattispecie Brusaferro dell’ISS e Locatelli del CSS, hanno chiesto di implementare le restrizioni.

In precedenza, per arginare la crescita dei contagi e contenere l’impatto delle varianti, soprattutto quella inglese, il Cts ha proposto di introdurre la zona rossa nel weekend, anche nelle Regioni che si trovano in zona gialla. 

“Abbiamo stressato la situazione in base ai dati e richiamato i Dpcm pubblicati. L’unica considerazione in più è di limitare la circolazione e applicare oggi misure simili a quelle di Natale nei giorni festivi e prefestivi. Questo anche nella zona gialla, perché con l’attuale contesto la mitigazione delle curva appare limitata. Non possiamo far finta che la situazione sia diversa da quella che è”, ha detto il membro del Cts Massimo Antonelli.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *