covid,-giorgia-meloni-a-favore-del-vaccino-sputnik-v:-“va-valutato-e-messo-in-commercio-subito”
Spread the love

Italia

URL abbreviato

41118

La leader di Fratelli d’Italia ha espresso tramite un post sui suoi profili social la propria posizione sulla questione vaccini, affermando la necessità di vedere altre soluzioni per i ritardi ed i tagli sulle dosi e di non escludere lo Sputnik V.

Giorgia Meloni si è espressa tramite un post di Facebook sulla necessità dell’Unione europea di prendere in considerazione anche il vaccino russo tra le alternative per far progredire la campagna di vaccinazione, visti i risultati ottenuti nei paesi dove è già in atto la somministrazione. Il leader di Fratelli d’Italia ha anche affermato che è necessario non escludere il vaccino russo per questioni geopolitiche.

“Dopo il disastro sulla gestione della campagna vaccinale la UE rifiuta un altro potenziale rimedio, lo Sputnik V, per motivi che sembrano avere a che fare più con la geopolitica che con la salute degli europei” ha dichiarato la leader di Fratelli d’Italia.

Tralasciando le questioni politiche è necessario invece valutare l’efficacia e la sicurezza del vaccino russo e, nel caso, la messa in commercio ha affermato la Meloni.

“Se lo Sputnik V è un vaccino sicuro ed efficace non c’è guerra commerciale che tenga: va valutato e messo in commercio subito, così come va valutato qualsiasi altro vaccino ritenuto potenzialmente utile al contrasto del Covid-19. Il governo italiano si svegli dal torpore ed agisca nell’esclusivo interesse nazionale intervenendo in sede europea o, se necessario, andando avanti per la propria strada” ha concluso la leader di FdI.

Vaccinazioni in Italia

Secondo gli ultimi dati del Ministero della Salute ad oggi risultano essere 7.894.659 i cittadini italiani che hanno ricevuto la prima dose di vaccino anti-Covid, mentre 2.511.145 sono le persone che sono state già vaccinate con entrambe le dosi di vaccino.

Sputnik V a San Marino e nel resto del Mondo

Nella giornata di oggi il ministro della sanità della Repubblica di San Marino ha dichiarato in un’intervista a Sputnik che il vaccino russo è efficace e non ci sono stati casi di effetti collaterali. La Repubblica di San Marino ha vaccinato circa il 25% della popolazione, due terzi con Sputnik V, e sta trattando nuove forniture.

Sviluppato dal Centro di Ricerca di Epidemiologia e Microbiologia Gamaleya, Sputnik V è diventato il primo vaccino ufficialmente registrato al mondo contro il Covid-19. Dalla sua registrazione avvenuta l’11 agosto 2020 in Russia, è stato acquistato e registrato in 54 altri Paesi. L’ultimo Stato a registrarlo sono state le Seychelles.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *