covid-19,-cosa-nasconde-la-cina?-scontro-sui-dati-con-gli-usa

Covid-19, cosa nasconde la Cina? Scontro sui dati con gli Usa

Spread the love

Continuano i dissapori fra Usa e Cina sulle indagini per l’origine del virus. E dall’Oms arriva l’accusa: “Pechino si è rifiutata di fornire dati chiave”

Gli esperti di tutto il mondo sono impegnati in una corsa contro il tempo per trovare vaccini sempre più efficaci e anche una valida cura per debellare il Coronavirus. E scoprire la vera origine del virus sarebbe fondamentale per accelerare il processo. Le indagini sono ancora in corso, guidate da una squadra di scienziati dell’Oms, l’Organizzazione mondiale della sanità, e si concentrano sul Paese da cui è iniziato il contagio, la Cina.

Ma, secondo quanto riporta il quotidiano americano Wall Street Journal, il governo cinese si sarebbe rifiutato di fornire al team dell’Oms i dati relativi ai primi casi di Covid a Wuhan. O meglio, avrebbero fornito una sintesi e non un resoconto dettagliato, come richiesto. Nonostante ciò, dopo le indagini a Wuhan, l’Oms aveva dichiarato che fosse “estremamente improbabile, uno scenario da film” l’ipotesi che il virus si fosse propagato da un laboratorio. Salvo poi correggersi pochi giorni dopo, affermando che “tutte le ipotesi rimangono aperte e saranno oggetto di ulteriori analisi“.

LEGGI ANCHE -> Sintomi da Covid: si aggiungono altri 4 campanelli d’allarme – VIDEO

Covid-19, gli Usa accusano l’Oms di non aver indagato a fondo la Cina

I membri dell'Oms durante le indagini a Wuhan, in Cina - Getty Images
I membri dell’Oms durante le indagini a Wuhan, in Cina – Getty Images

LEGGI ANCHE -> Covid-19, scoperta mutazione della variante inglese: l’allarme degli scienziati

Tutti i dati trasmessi all’Oms partono da dicembre 2019, mese in cui sono ufficialmente stati registrati i primi malati in Cina. Ma si sospetta che il Coronavirus già circolasse a Wuhan durante l’autunno precedente. Da qui si riaccende la polemica con gli Usa.

Washington vuole più informazioni da Pechino e ha affermato di nutrire preoccupazioni per le indagini dell’Oms. In passato l’ex presidente Donald Trump aveva accusato l’Oms di essersi “appiattitosulle posizioni ufficiali della Repubblica popolare cinese, e di non aver indagato in modo approfondito. Motivo per cui aveva ritirato gli Stati Uniti dall’organizzazione sanitaria.

Ora che al comando c’è Joe Biden riprende il braccio di ferro diplomatico col Paese del Dragone, per ottenere trasparenza e chiarezza sulle origini del virus che ha messo in ginocchio il mondo intero.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter

Joe Biden - Getty Images
Joe Biden – Getty Images
Al momento l’unica certezza è che il Covid-19 sia un virus di origine animale. Le specie sospettate di aver infettato l’uomo sono pipistrelli e pangolini. Tuttavia tra le ipotesi non è esclusa quella di una fuoriuscita del Coronavirus dal laboratorio di virologia di Wuhan.

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *