coronavirus,-il-bollettino-di-oggi-venerdi-11-giugno:-1901-contagi-e-69-morti.-ecco-le-13-regioni-in-zona-bianca

Coronavirus, il bollettino di oggi venerdì 11 giugno: 1.901 contagi e 69 morti. Ecco le 13 regioni in zona bianca

Spread the love
Il bollettino coronavirus di oggi venerdì 11 giugno 2021

Coronavirus, il nuovo bollettino coronavirus del Ministero della Salute di oggi venerdì 11 giugno 2021 registra 1.901 nuovi casi di coronavirus dall’analisi di 217.610 tamponi. 69 le vittime registrate nelle ultime 24 ore. Scendono a 597 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per il Covid (-29) con 21 nuovi ingressi mentre i ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 3.876, in calo di 277 unità rispetto a ieri. In isolamento domiciliare ci sono 160.766 persone (-3.764). L’ultimo bollettino coronavirus di ieri giovedì 10 giugno registrava 2079 nuovi casi di contagio dall’analisi di 205mila tamponi. In totale i casi dall’inizio dell’epidemia sono 4.239.868, i morti 126.855.

La nuova ordinanza che il ministro della Salute Roberto Speranza firmerà oggi porta da lunedì 14 giugno in in zona bianca anche Lombardia, Lazio, Piemonte, Puglia, Emilia-Romagna e Provincia di Trento: dalla prossima settimana il 50% degli italiani non avranno più il coprifuoco e potranno tornare a vivere con minori limitazioni. Poi tutta l’Italia dovrebbe quindi trovarsi in zona bianca a partire da luglio. Qui spiegato in breve cosa cambia con il passaggio in zona bianca. 

Tutte le ultime notizie di oggi

Ma veniamo dunque ai dati di oggi.

Coronavirus, il bollettino di oggi venerdì 11 giugno 2021

articolo aggiornato alle ore 18:46, clicca qui per aggiornare la pagina 

  • Nuovi casi: 1.901, ieri 2079 
  • Casi testati: 54919, ieri 56945 
  • Tamponi (diagnostici e di controllo): 217.610, ieri 205.335  
    • molecolari: 97557 di cui 1773 positivi pari al 1.81%, ieri 1.83%
    • rapidi: 102838 di cui 119 positivi 
  • Attualmente positivi: 165.239, ieri 169.309 
  • Ricoverati: 3.876, ieri 4.153 
  • Ricoverati in Terapia Intensiva: 597, 21 nuovi ingressi, ieri 626 e 30 nuovi ingressi 
  • Deceduti dopo un tampone postivo: 126.924, ieri 126.855 
  • Totale casi positivi dall’inizio della pandemia: 4.241.760, ieri 4.239.868 
  • Totale Dimessi/Guariti: 3.949.597, ieri 3.943.704 
  • Vaccinati: 13.654.623 persone pari al 25.1% della popolazione con più di 12 anni, 40.504.155 le dosi somministrate ovvero l’89.4% delle 30.628.552 dosi consegnate da Pfizer, delle 4.096.657 consegnate da Moderna e dei 8.993.380 vaccini AstraZeneca e 1.559.700 le monodosi Janssen prodotti da Johnson & Johnson. Sul sito del Governo il report aggiornato dei vaccini. Ieri somministrate 579mila dosi 
  • Chi è stato vaccinato. La campagna vaccinale ha coinvolto ad oggi 11 giugno 2021: l’83% degli over 80, il 39% dei settantenni, e il 31% dei sessantenni, il 22% dei cinquantenni, il 14% dei quarantenni, il 12% dei trentenni e il 10% dei ventenni e l’1% degli adolescenti completamente vaccinati con una doppia dose o con una dose unica di JJ.

Il bollettino coronavirus di oggi venerdì 11 giugno 2021 (Pdf)

bollettino coronavirus oggi 11 giugno 2021-4

I focolai di coronavirus: i dati regione per regione

Ecco gli aggiornamenti in diretta dalle singole regioni iniziando dalle situazioni più calde.?

Di seguito le zone in area rossa*:

*Che cosa si può fare in zona rossa.

Gli spostamenti permessi solo per validi motivi dalle 5 alle 22, sempre con autocertificazione. Vietato anche andare i visita dagli amici/parenti. Scuole aperte fino alla prima media. Le lezioni di seconda e terza media, licei, istituti tecnici si svolgono esclusivamente in modalità a distanza.

Di seguito le zone in area arancione**😕

**Che cosa si può fare in zona arancione.

Gli spostamenti sono permessi dalle 5 alle 22, autocertificazione per uscire dal proprio comune. Scuole aperte, ma licei e istituti tecnici in Dad almeno al 50 per cento. Per bar e ristoranti asporto dalle 5.00 alle 18.00 senza restrizioni. ono chiusi tutto il giorno, consentito l’asporto. Aperti invece i negozi, i parrucchieri e i centri estetici. Consentito lo sport non di contatto come il tennis

Qui potete scaricare il modulo di autocertificazione per gli spostamenti 

Le zone in area gialla***:

  • Valle d’Aosta: 4 nuovi casi e nessun decesso. Saldo ospedalizzati: Terapie intensive vuote, in ospedale restano 5  pazienti.
  • Piemonte: 126 nuovi casi e 4 decessi relativi a ricalcoli di giorni precedenti. Nessun nuovo decesso da due giorni. Saldo ospedalizzati: Ti -2 (47), ricoveri -16 (51)
  • ?Lombardia: 270 nuovi casi e 5 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -8 (122) ricoveri -61 (660). L’assessore al welfare Letizia Moratti ha annunciato che la regione può considerarsi da oggi di fatto zona bianca: incidenza inferire ai 50 casi ogni 100mila abitanti, oggi sceso a 23 positivi ogni 100.000.
  • Trentino: 24 nuovi casi e nessun decesso. Saldo ospedalizzati: Ti stabili (4) ricoveri stabili (14)
  • Alto Adige: –, ieri 28 nuovi casi e un decesso. Saldo ospedalizzati: Ti stabili (1) stabili (12) 
  • Emilia Romagna: 139  nuovi casi e 5 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -6 (63), ricoveri -25 (335). L’assessore regionale alla Sanità, Raffaele Donini ha assicurato il passaggio in zona bianca.
  • Marche: –, ieri46 nuovi casi e nessun decesso per il terzo giorno. Saldo ospedalizzati: Ti -1 (10), ricoveri -4 (76)
  • Toscana: 146 nuovi casi e 9 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -3 (73), ricoveri -23 (232)
  • Lazio: –, ieri 194 nuovi casi e 6 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -1 (107), ricoveri -44 (543). Confermati i dati da zona bianca: incidenza 23 per 100mila abitanti, in calo anche Rt a 0,62.
  • Campania: 199 nuovi casi e 3 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -3 (40), ricoveri -15 (467)
  • Puglia:140 nuovi casi e 7 decessi. Saldo ospedalizzati: -38 (294)
  • Basilicata: –, ieri 36 nuovi casi e nessun decesso. Saldo ospedalizzati: Terapie intensive vuote, in ospedale restano 42 pazienti ricoverati (-1)
  • Calabria: 130 nuovi casi e 3 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -2 (10), ricoveri -12 (166)
  • Sicilia: –, ieri 284 nuovi casi e 3 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -1 (38) ricoveri -3 (362)

***Che cosa si può fare in zona gialla.

Fino al 15 giugno un solo spostamento una volta al giorno verso un’abitazione privata, in un massimo di 4 persone. Scuole aperte, superiori in presenza almeno al 70%. 

Le zone in area bianca****:

  • Liguria: 10 nuovi casi e un decesso. Saldo ospedalizzati: Ti -2 (18) ricoveri -11 (57)
  • Friuli Venezia Giulia: 23 nuovi casi e nessun decesso. Saldo ospedalizzati: Ti stabili (3), ricoveri -3 (17)
  • Veneto: 77 nuovi casi e 3 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -1 (57), ricoveri -48 (404)
  • Umbria: –, ieri 30 nuovi casi e 8 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti stabili (5) ricoveri stabili (42) 
  • Abruzzo: 28 nuovi casi e un decesso. Saldo ospedalizzati: Ti stabili  (4), ricoveri -5 (76) 
  • Molise:  –, ieri 6 nuovi casi e nessun decesso. Saldo ospedalizzati: ricoveri +1 (8), vuote le terapie intensive
  • Sardegna: 21 nuovi casi e 2 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti stabile (5), ricoveri -4 (83) 

****Che cosa si può fare in zona bianca.

Decade il coprifuoco. Le attività di ristorazione avranno la possibilità di apertura serale fino alle 23, i bar fino alle 21. Aperti nei fine settimana anche i centri commerciali. Riaprono musei, teatri, cinema, palestre, piscine e università.

Cosa cambia con le nuove regole

  • Il coprifuoco a mezzanotte fino al 21 giugno. In zona gialle le visite ad amici o parenti sono inoltre consentite, dalle 5 alle 24, a un massimo di 4 persone
  • Le discoteche per ora restano chiuse, o meglio: possono aprire ma soltanto per sfruttare la licenza dei bar e dei ristoranti.
  • Ok ai matrimoni in zona bianca ma sposi e invitati dovranno presentare la certificazione relativa al vaccino, all’avvenuta guarigione o un tampone negativo. Nelle zone gialle i ricevimenti per cerimonie religiose o civili sono consentiti solo a partire dal 15 giugno.
  • Nelle zone gialle le piscine al chiuso, i centri benessere e le terme restano chiuse fino al 1 luglio.
  • Anche in zona bianca restano vietate le docce sia nelle palestre che nelle piscine (tranne in terme e nei centri benessere)
  • In zona bianca aperti i parchi a tema, i centri termali, le sale gioco, bingo e casinò.
  • In zona bianca i bar, i ristoranti e le altre attività di ristorazione sono aperti ed è possibile consumare cibi e bevande anche al chiuso e senza limiti orari. Consentite senza restrizioni anche la vendita con asporto di cibi e bevande
  • Gli spostamenti sono consentiti senza limiti di orari. Dalle zone bianche si può fare rientro alla propria seconda casa situata in zona arancione o rossa e se si è in possesso di una certificazione verde Covid-19. 
  • In zona bianca è consentito andare a far visita a parenti o amici senza limiti di orario o numero di persone che si spostano
  • Per chi si trova in quarantena o in isolamento vige il “divieto assoluto” di uscire di casa. Per chi si trova in quarantena precauzionale qualora sia stato identificato come contatto stretto di caso Covid-19 è consentito uscire, utilizzando un mezzo privato, esclusivamente al fine di effettuare gli accertamenti diagnostici prescritti dal medico
  • Le mascherine restano obbligatorie sia all’aperto che al chiuso in luoghi diversi dalla propria abitazione, fatta eccezione per i casi in cui è garantito l’isolamento continuativo da ogni persona non convivente. 

Coronavirus, le ultime notizie

  • L’Italia ha fermato la somministrazione del vaccino astrazeneca ai minori di 60 anni. Il ministro della Salute ha tradotto la “forte raccomandazione” all’uso del vaccino Astrazeneca solo per gli over 60 in modo perentorio: ecco cosa cambia per i richiami con la “vaccinazione eterologa”
  • Il governo sarà chiamato quindi a decidere entro il 31 luglio se varare un nuovo stato d’emergenza e passare ad una gestione ordinaria della pandemia di coronavirus.

Come va la pandemia

Sale l’allarme per la diffusione della variante Delta (l’ex variante ‘indiana’) che secondo uno studio pubblicato in Gran Bretagna sarebbe sei volte più contagiosa della variante inglese. La Public Health England, nel Regno Unito ha rilevato 42.323 casi (contro i 29.892 di una settimana fa) della variante individuata per la prima volta in India, dove rappresenta oltre il 90% dei nuovi casi. Lo studio ritiene tuttavia “incoraggiante” che questo aumento dei contagi non sia accompagnato da un proporzionale aumento dei ricoveri nelle stesse proporzioni.

Il tema infatti è quello dell’efficacia dei vaccini: nel Regno Unito, dove larga parte della popolazione è stata vaccinata con Astrazeneca,sono stati registrati 12 vaccinati morti dopo il contagio da variante indiana su 42 decessi totali (di cui 23 persone non vaccinate e sette che avevano ricevuto la prima dose da oltre 21 giorni).

Un altro studio pubblicato su Nature mostra invece l’efficacia del farmaco sviluppato da Pfizer/BioNTech che riuscirebbe a neutralizzare le nuove varianti del virus SarsCov2, sia la delta ( B.1.617.2) che la “nigeriana” Eta (B.1.5259). È tuttavia emerso che l’attività degli anticorpi mostrava una riduzione contro la variante B.617.1 e la B.1.351 (o Beta, identificata in Sudafrica) ma permetterebbe al 100% di evitare una forma grave di Covid.

Gallery

Si parla di

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *