coronavirus,-il-bollettino-di-oggi-domenica-20-giugno:-tutti-i-numeri-regione-per-regione

Coronavirus, il bollettino di oggi domenica 20 giugno: tutti i numeri regione per regione

Spread the love
Bollettino covid oggi 20 giugno 2021 – foto Ansa

Redazione 20 giugno 2021 14:54

Coronavirus, il nuovo bollettino coronavirus del Ministero della Salute di oggi domenica 20 giugno 2021. Nel corso della giornata verranno riportati su questa pagina i nuovi casi di Covid 19 in Italia, con i decessi, il numero di tamponi e il numero di ricoverati. 

La giornata di ieri sabato 19 giugno registra 1.197 casi su 249.988 test. 28 sono i decessi, con 394 ricoverati in terapia intensiva e 2.504 negli altri reparti covid. A partire da ieri il Paese è in zona bianca: con le nuove ordinanze del ministero della salute solo la valle d’Aosta dovrebbe restare in area gialla. 

Tutte le ultime notizie di oggi

Ma veniamo dunque ai dati di oggi

Coronavirus, il bollettino di oggi domenica 20 giugno 2021

articolo aggiornato alle ore 15:33, clicca qui per aggiornare la pagina 

  • Nuovi casi: ieri 1.197
  • Casi testati: ieri 55.499 
  • Tamponi (diagnostici e di controllo): ieri 249.998  
    • molecolari: ieri 90.637 di cui 1.136 positivi. 
    • rapidi: ieri 159.351 di cui 57 positivi 
  • Attualmente positivi: ieri 98.150
  • Ricoverati: ieri 2.504
  • Ricoverati in Terapia Intensiva: ieri 394 di cui 10 nuovi 
  • Deceduti dopo un tampone postivo: ieri 127.253
  • Totale casi positivi dall’inizio della pandemia: ieri 4.252.095
  • Totale Dimessi/Guariti: ieri 4.035.692
  • Vaccinati: 15.551.753 persone pari al 28.67% della popolazione con più di 12 anni, 45.579.305 le dosi somministrate ovvero il 91.8% delle 33.693.733 dosi consegnate da Pfizer, delle 4.540.121 consegnate da Moderna e dei 9.667.387 vaccini AstraZeneca e 1.742.001 le monodosi Janssen prodotti da Johnson & Johnson. Sul sito del Governo il report aggiornato dei vaccini. Ieri somministrate 510mila dosi, 589mila venerdì e giovedì, mercoledì 545mila, martedì 521: si registra un rallentamento del piano vaccinale probabilmente legato alla riorganizzazione dopo lo stop ad astrazeneca e J&J per under 60.
  • Chi è stato vaccinato. La campagna vaccinale ha coinvolto ad oggi 20 giugno 2021 l’85% degli over 80, il 46% dei settantenni, e il 39% dei sessantenni, il 28% dei cinquantenni, il 17% dei quarantenni, il 14% dei trentenni e il 12% dei ventenni e il 2% degli adolescenti completamente vaccinati con una doppia dose o con una dose unica di JJ.

I focolai di coronavirus: i dati regione per regione

Ecco gli aggiornamenti in diretta dalle singole regioni iniziando dalle situazioni più calde.​

Qui potete scaricare il modulo di autocertificazione per gli spostamenti 

Le zone in area gialla***:

  • Valle d’Aosta:  
  • Alto Adige
  • Marche: 15 nuovi casi e – decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -, ricoveri -. 
  • Toscana: 55 nuovi casi e 5 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti stabile (38), ricoveri -10 (172). 
  • Campania
  • Basilicata:  36 nuovi casi e – decessi. Saldo ospedalizzati: Ti stabile (0), ricoveri -2 (33). 
  • Calabria
  • Sicilia

***Che cosa si può fare in zona gialla.

Coprifuoco dalla mezzanotte, le piscine al chiuso, i centri benessere e le terme restano chiuse fino al 1 luglio.

Le zone in area bianca****:

  • Piemonte
  • Liguria
  • Lombardia
  • Trentino
  • Veneto
  • Friuli Venezia Giulia: 15 nuovi casi e un decesso. Saldo ospedalizzati: Ti stabile (1), ricoveri stabili (4) . 
  • Emilia Romagna
  • Umbria
  • Abruzzo
  • Lazio: 68 nuovi casi e nessun decesso. Saldo ospedalizzati: Ti stabile (77), ricoveri -20 (300) . 
  • Molise
  • Puglia: 45 nuovi casi e un decesso. Saldo ospedalizzati: Ti -, ricoveri – . 
  • Sardegna: 9 nuovi casi e nessun decesso. Saldo ospedalizzati: Ti stabile (38), ricoveri -10 (172) . 

****Che cosa si può fare in zona bianca.

Decade il coprifuoco. Le attività di ristorazione avranno la possibilità di apertura serale. Aperti nei fine settimana anche i centri commerciali. Riaprono musei, teatri, cinema, palestre, piscine e università. Restano vietate le docce sia nelle palestre che nelle piscine Le discoteche per ora restano chiuse, o meglio: possono aprire ma soltanto per sfruttare la licenza dei bar e dei ristoranti. Le mascherine restano obbligatorie sia all’aperto che al chiuso in luoghi diversi dalla propria abitazione, fatta eccezione per i casi in cui è garantito l’isolamento continuativo da ogni persona non convivente.

regioni zone bianche italia

Non c’è nessuna regione in area rossa*:

*Che cosa si può fare in zona rossa.

Gli spostamenti permessi solo per validi motivi dalle 5 alle 24, sempre con autocertificazione. Vietato anche andare i visita dagli amici/parenti. Scuole aperte fino alla prima media. Le lezioni di seconda e terza media, licei, istituti tecnici si svolgono esclusivamente in modalità a distanza.

Non c’è nessuna regione in area arancione**:​

**Che cosa si può fare in zona arancione.

Gli spostamenti sono permessi dalle 5 alle 24, autocertificazione per uscire dal proprio comune. Scuole aperte, ma licei e istituti tecnici in Dad almeno al 50 per cento. Per bar e ristoranti asporto dalle 5.00 alle 18.00 senza restrizioni. ono chiusi tutto il giorno, consentito l’asporto. Aperti invece i negozi, i parrucchieri e i centri estetici. Consentito lo sport non di contatto come il tennis

Coronavirus, le ultime notizie

  • In Calabria Il presidente facente funzioni della regione Calabria Nino Spirlì ha firmato l’ordinanza con cui da domani 21 giugno cessa la limitazione oraria degli spostamenti (coprifuoco) ed è prevista l’anticipazione delle date di riapertura per le attività di parchi tematici e di divertimento; piscine e centri natatori in impianti coperti; centri benessere e termali; feste private anche conseguenti le cerimonie civili e/o religiose all’aperto e al chiuso; fiere, grandi manifestazioni fieristiche, congressi e convegni; eventi sportivi aperti al pubblico, diversi da quelli di cui all’articolo 5 del decreto legge 52, che si svolgono al chiuso; sale giochi e scommesse, sale bingo e casinò; centri culturali, centri sociali e centri ricreativi; corsi di formazione.
  • Il Cts ha dato l’ok alla seconda dose di AstraZeenca per chi non volesse fare il mix di vaccini 
  • Il Premier Draghi ha rassicurato gli italiani dicendo che “c’è stata indubbiamente una certa confusione negli ultimi giorni, ma vorrei ribadire nella maniera più chiara possibile: vaccinarsi è fondamentale. La cosa peggiore che si può fare è non vaccinarsi o vaccinarsi con una dose sola”. 
  • L’Italia ha fermato la somministrazione del vaccino Astrazeneca e J&J ai minori di 60 anni. Il ministro della Salute ha tradotto la “forte raccomandazione” all’uso del vaccino Astrazeneca solo per gli over 60 in modo perentorio.
  • L’agenzia europea Ema ha pubblicato i nuovi dati di farmaco vigilanza sui vaccini dove viene evidenziato che i rari casi di trombosi registrati in correlazione al vaccino anti covid sono: 10 su 6 milioni di persone vaccinate contro Covid con il vaccino J&J e 405 su 45 milioni di vaccinati con AstraZeneca”
  • Sono 930.000 gli under 60 cui è stata somministrata una prima dose di Astrazeneca e a cui ora dovrà essere somministratua una seconda dose di vaccino a Rna messaggero.  
  • Il governo sarà chiamato quindi a decidere entro il 31 luglio se varare un nuovo stato d’emergenza e passare ad una gestione ordinaria della pandemia di coronavirus. Ieri la ministra degli Affari regionali, Mariastella Gelmini ha spiegato come sia in corso una valutazione sulla variante Delta che in Italia non è ancora estesa ma è stata segnalata in alcune regioni. 
  • Se due dosi di vaccino forniscono una forte protezione contro la variante indiana, 60% più contagiosa della variante inglese. Il rischio di ricovero in ospedale dopo essere rimasti contagiati con la variante delta è quasi doppio rispetto a quello della variante inglese.
  • Intanto da 13 settimane consecutive si registra una discesa dei nuovi casi settimanali. Dal picco del 6 aprile si registra un meno 89% dei posti letto occupati in area medica e un meno 87% in terapia intensiva. 
Si parla di

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *