coronavirus,-il-bollettino-di-oggi-22 gennaio:-75-morti-in-veneto,-53-nel-lazio.-ecco-i-nuovi-casi-covid-regione-per-regione

Coronavirus, il bollettino di oggi 22 gennaio: 75 morti in Veneto, 53 nel Lazio. Ecco i nuovi casi Covid regione per regione

Spread the love
Il bollettino coronavirus di oggi venerdì 22 gennaio 2021

Coronavirus, il nuovo bollettino coronavirus del Ministero della Salute di oggi venerdì 22 gennaio 2021 saranno pubblicati come di consueto dopo le ore 17:00. Intanto seguiremo in diretta gli ultimi dati che arrivano dalle regioni.

L’ultimo bollettino coronavirus pubblicato ieri 21 gennaio registrava 14.078 nuovi casi su 267.567 tamponi, 13.112 i positivi rintracciati con tampone molecolare (tasso di positività 8%), 943 con test rapido (0.8%). In calo la pressione sugli ospedali (-424 i posti letto occupati in area non critica, -43 in terapia intensiva). Purtroppo 521 i decessi di cui oltre 100 in Veneto, 73 in Emilia Romagna e 55 in Lombardia..

Coronavirus, il bollettino di oggi venerdì 22 gennaio 2021

articolo aggiornato alle ore 17:00 clicca qui per aggiornare la pagina 

  • Nuovi casi: — (ieri 14.078)
  • Casi testati: — (ieri 95.360)
  • Tamponi (diagnostici e di controllo): — (ieri 267.567)
    • molecolari: — (ieri 162.453 di cui 13.112 positivi, 8%)
    • rapidi: — (ieri 105.114 di cui 943 positivi, 0.8%)
  • Attualmente positivi: — (ieri 516.568)
  • Ricoverati: — (ieri 22.045, -424)
  • Ricoverati in Terapia Intensiva: — (ieri 2.418, -43, 155 nuovi ingressi)
  • Totale casi positivi: — (ieri 2.428.221)
  • Deceduti: — (ieri 84.202)
  • Totale Dimessi/Guariti: — (ieri 1.827.451)
  • Vaccinati: 29.742 (1.293.941 dosi somministrate*) 

    *si tratta del 83% delle 1.511.835 dosi consegnate da Pfizer e delle 46.800 consegnate da Moderna all’20 gennaio. Sul sito del Governo il report aggiornato dei vaccini. Sul fronte dei ritardi, a quanto si apprende, solo a febbraio saranno invece distribuite le dosi mancanti nel lotto previsto questa settimana. Slitta pertanto di un mese il piano per gli over 80

I focolai di coronavirus: i dati regione per regione

In attesa di conoscere intorno alle 17:00 i numeri del bollettino coronavirus comunicati dal Ministero della Salute, vediamo gli aggiornamenti in diretta dalle singole regioni iniziando dalle situazioni più calde.

Le zone in area rossa*:

  • Lombardia: Rt 0.82, incidenza media 274 casi ogni 100mila abitanti.
  • Alto Adige: Rt 1.03, incidenza media 646 casi ogni 100mila abitanti. 510 nuovi casi, 3 i decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -4, ricoveri +1
  • Sicilia: Rt 1.27, incidenza media 443 casi ogni 100mila abitanti

*Vietati gli spostamenti non essenziali (necessaria l’autocertificazione per uscire di casa). I bar e ristoranti sono chiusi tutto il giorno, consentito solo l’asperto. Chiusi anche i negozi, tranne parrucchieri e i centri estetici.

Le zone in area arancione**:

  • Valle d’Aosta: Rt 1.12. 19 nuovi casi. Saldo ospedalizzati: Ti stabili, ricoveri -2
  • Piemonte: Rt 1.04. 849 nuovi casi. Saldo ospedalizzati: ti -7, ricoveri -77
  • Liguria: Rt 0.99
  • Veneto: Rt 0.81, incidenza media 579 casi ogni 100mila abitanti 1198 nuovi casi, 75 i decessi. Saldo ospedalizzati: t.i -14, ricoveri -56  
  • Friuli Venezia Giulia: Rt 0.88, incidenza media 507 casi ogni 100mila abitanti. 452 nuovi casi, 23 i decessi. Saldo ospedalizzati: Ti +2, ricoveri -11
  • Emilia RomagnaRt 0.97, incidenza media 494 casi ogni 100mila abitanti
  • Marche: Rt 0.98, incidenza media 409 casi ogni 100mila abitanti. 437 nuovi casi, 11 i decessi. .Saldo ospedalizzati: ti -5, ricoveri +1 
  • Umbria: Rt 1.05. 305 nuovi casi. Saldo ospedalizzati: ti -2, ricoveri -5
  • LazioRt 0.94. 1141 nuovi casi, 53 i decessi. Saldo ospedalizzati: ti +9 ti, ricoveri +20
  • Abruzzo: Rt 1.05. 318 nuovi casi, 17 i decessi. Saldo ospedalizzati: ti -1, ricoveri -3
  • Puglia: Rt 1.08. 1.018 nuovi casi, 31 i decessi. Saldo ospedalizzati (ti+ricoveri) -17
  • Calabria: Rt 1.02. 368 nuovi casi, 6 i decessi. Saldo ospedalizzati: ti -2, ricoveri -19

**Gli spostamenti sono permessi dalle 5 alle 22 ma con autocertificazione; sarà vietato uscire dal proprio comune. I bar e ristoranti sono chiusi tutto il giorno, consentito l’asporto. Aperti invece i negozi, i parrucchieri e i centri estetici. Consentito lo sport non di contatto come il tennis

Le zone in area gialla***:

  • Trentino: Rt 0.9
  • Toscana: Rt 0.98, incidenza media 153 casi ogni 100mila abitanti. 429 nuovi casi
  • Campania: Rt 0.76
  • Molise: Rt 1.38. 57 nuovi casi, un decesso. Saldo ospedalizzati: Ti stabili, ricoveri -3
  • Basilicata: Rt 1.12. 54 nuovi casi. Saldo ospedalizzati: Ti -1, ricoveri 3
  • Sardegna: Rt 0.95. 212 nuovi casi, 2 i decessi. Saldo ospedalizzati: Ti +1, ricoveri -17

***Fino al 15 febbraio la zona gialla è rinforzata: pertanto restano sospesi gli spostamenti tra le regioni anche dello stesso colore. Possibile muoversi dalle 5 alle 22. Nei bar consentito l’asporto fino alle 18. Ristoranti aperti fino alle 18 poi solo asporto o consegna a domicilio. Sarà possibile frequentare i musei ma non nei festivi. Consentito spostarti in visita al massimo in due persone più gli under 14 e eventuali disabili a carico.

Coronavirus, le ultime notizie

Una buona notizia arriva dal monitoraggio del ministero della salute e Iss: l’indice Rt nazionale torna sotto 1 in diminuzione dopo 5 settimane di crescita, a sottolineare una epidemia in fase calante (anche se con un limite superiore dell’intervallo di credibilità sopra uno).

“L’epidemia resta in una fase delicata – si legge nella bozza del monitoraggio – un nuovo rapido aumento nel numero di casi nelle prossime settimane è possibile, qualora non venissero mantenute rigorosamente misure di mitigazione sia a livello nazionale che regionale.”

rt regioni-4

Il monitoraggio mostra gli effetti della prima settimana di zona rossa (24-30 dicembre): bene ricordare che il tracciamento diventa applicabile con una media di 50 casi ogni 100.000 abitanti, con meno di 150 casi su 100.000 abitanti la Germania ha prolungato il lockdown.

Sempre in base ai dati di oggi dell’Istituto superiore di sanità a partire da domenica 24 gennaio si stabiliranno i possibili passaggi di fascia: regioni osservate speciale Lombardia (che presenta dati da area gialla ma dopo solo una settimana di passaggio in area rossa), Lazio, Sicilia e Veneto (che mostra dati da area gialla ma incidenza ancora alta). La Sardegna a rischio area arancione.

colori regioni italia da 17 gennaio 2021-3-2-3

Cosa succederà poi? Occhio al calendario

Il 15 febbraio 2021 scade la chiusura degli impianti da sci mentre dovrà essere valutata la possibile ripresa della mobilità tra le regioni (ovviamente solo tra quelle gialle).

Il 5 marzo 2021 scadono le norme e i divieti stabiliti dal nuovo Dpcm che entrerà in vigore domani, sabato 16 gennaio 2021. Pertanto fino a marzo resteranno chiuse palestre e piscine, così come i cinema. Sarà inoltre possibile andare a trovare parenti o amici solo una volta al giorno e nel limite di due persone, nella stessa regione se questa è in zona gialla, o nel comune se è in zona arancione o rossa.

Ultima data per ora certa è quella del 30 aprile 2021 in cui scadrà la proroga dello stato di emergenza grazie al quale il governo può legiferare con ordinanze in deroga alle disposizioni di legge.

Qui potete scaricare il modulo di autocertificazione per gli spostamenti

Si parla di

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *