coronavirus,-il-bollettino-di-oggi-10-marzo:-332-morti-e-22409-contagi.-ecco-i-nuovi-casi-covid-e-le-regole-del-nuovo-dpcm
Spread the love
Il bollettino coronavirus di oggi 10 marzo 2021

Coronavirus, il nuovo bollettino coronavirus del Ministero della Salute di oggi mercoledì 10 marzo 2021 registra 22.409 nuovi casi su 202558 tamponi (9.75% positivi) e 159118  test rapidi (1.67% positivi). Sale il numero dei pazienti Covid ricoverati (+489) così come delle persone che devono far accesso alle terapie intensive: oggi sono 2.827 gli italiani in condizioni critiche, 71 più di ieri al netto di 253 nuovi ingressi. 332 i decessi e 13752 i pazienti che hanno superato l’infezione. Lombardia (4mila nuovi casi, 70 decessi e 170 nuovi ricoveri), Campania (3mila nuovi casi, 26 decessi e 27 nuovi ricoveri), Emilia Romagna (2mila nuovi casi, 43 decessi e 70 nuovi ricoveri) e Piemonte (2mila nuovi casi, 29 decessi e oltre 100 ricoveri) le regioni più in difficoltà.

Alle 17 si è riunita la cabina di regia del governo per prendere le decisioni in merito alle raccomandazioni di maggiori restrizioni chieste dal Cts. L’unica cosa esclusa ad oggi è la possibilità di un lockdown nazionale, mentre è probabile la chiusura automatica delle zone rosse nei territori ad alta incidenza. Sulla zona rossa nei weekend la valutazione è sospesa in attesa di dati epidemiologici più aggiornati. Domani il confronto con le regioni con la stesura della bozza del nuovo Dpcm che modificherà le regole entrate in vigore solo lo scorso 6 marzo. Venerdì il Consiglio dei ministri potrà valutare l’adozione di eventuali misure.

L’ultimo bollettino coronavirus di ieri martedì 9 marzo registrava quasi 20mila nuovi casi su 176331 tamponi (9.59% positivi) e 169005 test rapidi (1.67% positivi). 376 i morti mentre negli ospedali sale la pressione con 562 persone in più ricoverate nei reparti di degenza e 2.756 che restano in vita solo grazie alle macchine della terapia intensiva (+56 al netto di 278 nuovi ingressi). Allarme rosso negli ospedali della Lombardia (Ti +14, ricoveri +216) dove si registrano oggi 4084 nuovi casi e 63 decessi. . Qui le 10 regioni italiane con le terapie intensive oltre la soglia critica 

Coronavirus, il bollettino di oggi mercoledì 10 marzo 2021

articolo aggiornato alle ore 19:47 clicca qui per aggiornare la pagina 

  • Nuovi casi: 22.409 (ieri 19.749)
  • Casi testati: 122676 (ieri 106573)
  • Tamponi (diagnostici e di controllo): 361.040 (ieri 345.336)
    • molecolari: 202558 di cui 19760 positivi pari al 9.75% (ieri 9.59%)
    • rapidi: 159118 di cui 2515 positivi pari al 1.58% (ieri 1.67%)
  • Attualmente positivi: 487.074, +8191 (ieri 478.883, +6350)
  • Ricoverati: 22.882, +489 (ieri 22.393, +562 )
  • Ricoverati in Terapia Intensiva: 2.827, +71, 253 nuovi (ieri 2.756, +56, 278 nuovi)
  • Totale casi positivi dall’inizio della pandemia: 3.123.368 (ieri 3.101.093)
  • Deceduti dopo Covid test positivo: 100.811 (ieri 100.479 +376)
  • Totale Dimessi/Guariti: 2.535.483, +13752 (ieri 2.521.731, +12999)
  • Vaccinati: 1.747.516 (5.782.615 dosi somministrate) 

    si tratta del 80.2% delle 5.202.990 dosi consegnate da Pfizer e delle 493.000 consegnate da Moderna al 26 febbraio. La campagna vaccinale dedicata agli over 80 non in Rsa ha coinvolto oltre 1.188.000 i “nonni” che hanno avuto almeno una dose del vaccino Pfizer/Moderna. In distribuzione le prime dosi dei 1.512.000 vaccini AstraZeneca destinati alla fase 3 per le categorie a rischio dai 18 a 55 anni e da ieri approvate anche per l’uso agli over 65: 146mila gli uomini delle forze armate già coinvolti, 459mila tra il personale scolastico. Sul sito del Governo il report aggiornato dei vaccini. Ieri somministrate 192.442 dosi (di cui 45mila seconde dosi), la metà delle 300mila auspicate.

Il bollettino coronavirus di oggi 10 marzo 2021 (Pdf)

bollettino coronavirus oggi 10 marzo 2021-4

I focolai di coronavirus: i dati regione per regione

In attesa di conoscere intorno alle 17:00 i numeri del bollettino coronavirus comunicati dal Ministero della Salute, vediamo gli aggiornamenti in diretta dalle singole regioni iniziando dalle situazioni più calde.

Di seguito le zone in area rossa*:

  • Campania: 3034 nuovi casi e 26 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -1, ricoveri +27. Disposta la chiusura al pubblico di parchi urbani, ville comunali, giardini pubblici, lungomari e piazze tranne che tra le 7:30 e le 8:30. Vietato lo svolgimento di fiere e mercati. Lo stabilisce una nuova ordinanza di De Luca
  • Basilicata: 118 nuovi casi. Saldo ospedalizzati: Ti +2, ricoveri  -9
  • Molise: 88 nuovi casi e 2 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti +1, ricoveri +3

*Che cosa si può fare in zona rossa.

Gli spostamenti permessi solo per validi motivi dalle 5 alle 22, sempre con autocertificazione. Vietato anche andare i visita dagli amici/parenti. Chiuse anche le scuole materne ed elementari

Di seguito le zone in area arancione**:

  • Piemonte: 2.086 nuovi casi e 29 decessi. Saldo ospedalizzati: ti +16, ricoveri +100. Sospesi i ricoveri no Covid
  • Lombardia: 4422 nuovi casi e 70 decessi. Saldo ospedalizzati:Ti +6, ricoveri +168. La regione è in zona arancione scuro. Diramata l’Emergenza 4: in ospedale stop ai ricoveri ordinari e programmati: garantiti solo gli interventi urgenti e quelli oncologici.
  • Alto Adige: 213 nuovi casi e 2 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti+1, ricoveri +2. Nuovi casi di variante sudafricana sono stati individuati nei comuni di  Bolzano (1), Lasa (2), Naturno (1) che si aggiungono ai focolai già noti di Malles (1 nuovo), Glorenza (1), Merano (1) e Lana (2).
  • Trentino: 405 nuovi casi e 5 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti stabili, ricoveri +2
  • Veneto: 1561 nuovi casi e 14 decessi. Saldo ospedalizzati: t.i+7, ricoveri +48
  • Friuli Venezia Giulia: 866 nuovi casi e 13 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti +4, ricoveri +11. Dad dalle scuole medie  
  • Emilia Romagna: 2.155 nuovi casi e 43 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti +26, ricoveri +53. La situazione dei contagi nelle province vede Bologna in testa con 661 nuovi casi, poi Rimini (282), Reggio Emilia (272) e Ravenna (269). L’allarme della Ausl di Bologna: “Peggio della seconda ondata – spiega all’ANSA il Dg Paolo Bordon – 1160 persone ricoverate. Di queste 199 in terapia intensiva e subintensiva, il doppio di novembre”.  In zona rossa tutti i comuni della Ausl Romagna (Rimini, Forlì-Cesena e Ravenna) così come Bologna e Modena. Arancione rafforzato per Reggio Emilia. 
  • Marche: 881 nuovi casi e 13 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti +4, ricoveri +23. Solo la provincia di Ascoli resta arancio: dopo la provincia di Ancona in  zona rossa anche Macerata, e da domani le province di Pesaro Urbino e Fermo.
  • Umbria: 296 nuovi casi e 9 decessi. Saldo ospedalizzati: ti +1, ricoveri -18 -.  Si va verso la riapertura degli esercizi commerciali di vicinato già da sabato.
  • Toscana: 1293 nuovi casi e 20 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti-1, ricoveri +33
  • Abruzzo: 372 nuovi casi e 10 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti stabili, ricoveri -3

**Che cosa si può fare in zona arancione.

Gli spostamenti sono permessi dalle 5 alle 22 ma con autocertificazione; sarà vietato uscire dal proprio comune. I bar e ristoranti sono chiusi tutto il giorno, consentito l’asporto. Aperti invece i negozi, i parrucchieri e i centri estetici. Consentito lo sport non di contatto come il tennis

Le zone in area gialla***:

  • Valle d’Aosta: 20 nuovi casi. In ospedale si trovano ricoverate 12 persone (+3) di cui due in terapia intensiva.
  • Liguria: 342 nuovi casi e 8 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti +5, ricoveri +5
  • Lazio: 1654 nuovi casi e 22 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti +6, ricoveri +27
  • Puglia: 1571 nuovi casi e 27 decessi. Saldo ospedalizzati: +30. Saturi i posti letto dedicati ai pazienti Covid nelle province di Bari e Taranto. Il governatore Michele Emiliano chiude le scuole. 
  • Calabria: 283 nuovi casi e 3 decessi. Saldo ospedalizzati Ti -2, ricoveri +5
  • Sicilia: 695 nuovi casi e 15 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti -4, ricoveri +2

***Che cosa si può fare in zona gialla.


Fino al 27 marzo la zona gialla è rinforzata: pertanto restano sospesi gli spostamenti tra le regioni anche dello stesso colore. Possibile muoversi dalle 5 alle 22. Nei bar consentito l’asporto fino alle 18. Ristoranti aperti fino alle 18 poi solo asporto o consegna a domicilio. Sarà possibile frequentare i musei ma non nei festivi. Consentito spostarti in visita a parenti e amici al massimo in due persone più gli under 14 e eventuali disabili a carico.

Le zone in area bianca****:

  • Sardegna: 65 nuovi casi e 2 decessi. Saldo ospedalizzati: Ti +1, ricoveri -14

****Che cosa si può fare in zona bianca.


Decade il coprifuoco. Le attività di ristorazione avranno la possibilità di apertura serale fino alle 23, i bar fino alle 21. Aperti nei fine settimana anche i centri commerciali. Riaprono musei, teatri, cinema, palestre, piscine e università.

    Coronavirus, le ultime notizie

    Come evidente dai dati sopra descritti il virus non sta circolando alla stessa maniera in tutte le regioni. “Le terapie intensive hanno superato ieri sera la soglia del 30% di occupazione, però bisogna tenere conto che ci sono regioni che arrivano al 67% come il Molise o al 57% come l`Umbria – ricorda a Sky TG24, Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe – così come ci sono regioni come valle d’Aosta o Sardegna che sono al 10-12%. Grave invece la situazione dei vaccini: secondo il piano vaccinale, nel primo trimestre dovremmo ricevere 15 milioni e 700mila dosi. Siamo al 10 marzo e formalmente ne risultano consegnate poco meno del 50%. “Di quelle ricevute – evidenzia ancora Cartabellotta – ne sono state somministrate circa l’80%, ma in percentuali variabili. Se per Pfizer c’è un parallelismo tra consegne e somministrazioni, per Moderna c’è un pò meno e c’è molto poco per AstraZeneca. Con Pfizer e Moderna si è vaccinato prevalentemente personale sanitario e Rsa, la vaccinazione era logisticamente più semplice da organizzare. Ma con AstraZeneca sono evidenti le differenze regionali”.

    Considerazioni che spiegano anche il documento stilato dal Cts per il governo: gli esperti hanno categoricamente escluso il lockdown nazionale. Resta il sistema a fasce e gradualità ma si chiede al decisore politico di inasprire le regole. Automatico il passaggio in zona rossa per regioni o territori con più di 250 casi ogni 100mila abitanti. Consigliato – in alternativa alle 3 settimane di lockdown – la zone rosse in tutta Italia nei weekend. Da subito e fino a che l’incidenza non scenderà a livelli che rendano possibile la ripresa del tracciamento, ovvero 50 casi ogni 100mila abitanti a settimana. 

    Domani alle 14.30 il ministro della Salute ha convocato la conferenza unificata sul piano vaccini. L’idea è quella di concludere da un lato le vaccinazioni di fragili e over 80, dall’altra quella di forze dell’ordine e personale scolastico, per poi passare esclusivamente ad un criterio anagrafico, a partirebbe dai 79 anni a scalare.

    Draghi: “Un anno fa tutta Italia in zona rossa, oggi emergenza analoga”

    colori regioni oggi 8 marzo 2021-2

    La mappa dell’Italia in base alle Ordinanze del Ministro della salute.​ Qui le FAQ, relative alle disposizioni settoriali delle quattro aree (area bianca, giallaarea arancionearea rossa).

    • Zona rossa: Campania, Basilicata e Molise.
    • Zona arancione: Lombardia*, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Abruzzo, Emilia Romagna**, Marche***, Piemonte, Umbria, Toscana e le province autonome di Bolzano e Trento.
    • Zona gialla: Liguria, Lazio, Calabria, Puglia, Sicilia e Valle d’Aosta.
    • Zona bianca: Sardegna.

    *Lombardia in area arancione rafforzato per decisione della Regione


    **Romagna in rosso come Bologna e Modena


    *** Solo la provincia di Ascoli da domani sarà arancione, il resto rosso 

      Qui potete scaricare il modulo di autocertificazione per gli spostamenti 


      Gallery

      Si parla di

      Leave a Reply

      Your email address will not be published. Required fields are marked *