Concorso OSS Puglia: centinaia di Operatori eliminati dalla graduatoria finale per attestati fasulli Pegaso.

Spread the love

Gli Ospedali Riuniti di Foggia, Ente capofila per il mega-Concorso OSS Puglia, ha emanato due determine con cui si escludono dalla graduatoria finale un centinaio di Operatori Socio Sanitari, titolari di attestati di qualifica non riconosciuti dalla Regione.

E’ polemica a Foggia e in Puglia per lo scomputo dalla graduatoria finale un centinaio Operatori Socio Sanitari risultati idonei al mega-Concorso per OSS che vedeva come capofila regionale il Policlinico “Ospedali Riuniti” di Foggia. Di qualche giorno fa due distinte determine, una relativa a 20 OSS, l’altra a ben 96 Operatori Socio Sanitari a loro volta vittime di un vero e proprio raggiro.

I colleghi avevano conseguito un attestato di qualifica da OSS presso un centro di formazione non autorizzato dalla Regione Puglia o da altre regioni italiane (Enti titolati in maniera esclusiva in tale ambito). Si tratta della APS Pegaso, che ha realizzato decine di corsi di qualifica senza averne le dovute autorizzazioni di legge, ovvero senza poter rilasciare attestati idonei.

In pratica questi ed altri OSS si sono ritrovati a pagare e a seguire un corso che non gli darà mai la possibilità di lavorare come Operatori Socio Sanitari. O meglio qualcuno di loro ha già iniziato a farlo in strutture sanitarie e socio-sanitarie pugliesi e nazionali e ora rischiano di vedersi licenziare per un attestato che è solo carta straccia.

Ecco le determine degli Ospedali Riuniti di Foggia:

  • PROCEDURA CONCORSUALE OPERATORE SOCIO SANITARIO (OSS): PROVVEDIMENTO DI DECADENZA PER ASSENZA REQUISITO SPECIFICO DI AMMISSIONE DI CUI ALL’ART. 3, COMMA 1, LETT. E) DEL BANDO DI CONCORSO – ATTESTATI APS PEGASO – DETERMINA PEGASO
  • OSS decaduti – ALLEGATO 1 PEGASO

Redazione AssoCareNews.it

Related Posts