con-un-nome-cosi-e-facile-indovinare-gli-ingredienti-del-risotto-alla-zarina!
Spread the love

Se cercate un primo piatto perfetto per le grandi occasioni il risotto alla zarina, preparato con salmone, panna e uova di lompo, è la ricetta giusta.

Il risotto alla zarina venne preparato la prima volta per celebrare la visita in Italia della Zarina di Russia, Maria Alexandrovna. Racchiude tutti quegli ingredienti che, nell’immaginario collettivo, rappresentano la cucina sovietica: il salmone affumicato, la panna, la vodka e le uova di lompo. Una ricetta forse un po’ stereotipata quindi, molto in voga negli anni ’80 che però può essere rispolverata per qualche occasione particolare.

Per esempio il riso alla zarina è perfetto per le occasioni più speciali, come i cenoni delle feste natalizie, ma anche per soddisfare i palati degli ospiti più esigenti. Il risotto alla zarina bianco è raffinato, gustoso e ben mantecato. In fin dei conti non potrebbe essere diversamente con la panna. Pronti a scoprire tutti i passaggi per prepararlo?

9 ricette autunnali per la tua tavola

Risotto alla zarina
Risotto alla zarina

Come preparare la ricetta del risotto alla zarina

  1. Per prima cosa tritate finemente lo scalogno e rosolatelo in padella con l’olio e un pizzico di sale.
  2. Una volta tenero e trasparente, aggiungete il riso e tostatelo qualche minuto a fiamma vivace.
  3. Sfumate con la vodka e quando non sentirete più odore di alcool sollevarsi dal tegame coprite a filo con il brodo bollente. Per un risotto cotto alla perfezione infatti è molto importate che il brodo venga aggiunto sempre poco per volta, in modo da coprirlo appena a filo, e che sia sempre bollente per non bloccarne la cottura.
  4. Il risotto sarà pronto dopo circa 16-18 minuti, a seconda della varietà di riso utilizzata.
  5. Unite, fuori dal fuoco, il salmone tagliato a listarelle, la panna e un cucchiaino di uova di lompo. Mantecate bene e regolate di sale solo in questo momento: il salmone e le uova infatti sono molto sapidi.
  6. Servite immediatamente decorando con altre uova di lompo.

La ricetta tradizionale prevede l’utilizzo del caviale, molto utilizzato in Russia, ma possiamo garantirvi che la nostra variante non ha nulla da invidiare. Inoltre, se questa ricetta vi è piaciuta, sicuramente apprezzerete moltissimo il nostro risotto al salmone, più semplice ma comunque ideale per tutte le occasioni.

Conservazione

Non ci stancheremo mai di dirvi che il risotto va mangiato appena fatto, cremoso e all’onda e questo non fa certo eccezione. Se proprio vi dovesse avanzare, lasciatelo in frigo per massimo 1 giorno e scaldatelo in padella a fiamma bassa aggiungendo un poco di burro o latte per renderlo di nuovo cremoso.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *