come-viaggiare-in-grecia-quest’estate

Come viaggiare in Grecia quest’estate

Spread the love
I villaggi pittoreschi e meno conosciuti della Grecia

Con l’estate che si avvicina sempre più, è inevitabile iniziare a pensare alle vacanze. Tra le mete preferite dagli italiani c’è ancora una volta la Grecia, splendida oasi di acque cristalline e spiagge da sogno: il Paese si sta preparando per accogliere i turisti, scopriamo quali sono le regole per viaggiare.

La Grecia ha deciso di puntare tutto sulla stagione estiva, dopo un anno difficile dal punto di vista turistico. Già da tempo ha messo in atto una massiccia campagna vaccinale che ha coinvolto, in prima battuta, le sue isole più gettonate per le vacanze balneari, dando origine a dei veri e propri paradisi Covid-free dove poter tornare a viaggiare in tutta sicurezza – un’iniziativa, questa, che è stata subito imitata da molti altri Paesi, tra cui anche l’Italia. Ora l’Ente Nazionale Ellenico per il Turismo ha messo a punto le regole per poter accogliere i vacanzieri: quali sono i requisiti per poter varcare i confini nazionali?

Ancor prima dell’introduzione dell’Eu Digital Covid Certificate, che dal 1° luglio 2021 permetterà di spostarsi tra tutti i Paesi membri dell’Ue senza bisogno di quarantena, la Grecia ha riaperto le proprie frontiere. Almeno 24 ore prima della partenza, è necessario compilare il modulo PLF online nel quale devono essere indicate alcune informazioni tra cui il luogo in cui si soggiorna e l’eventuale passaggio da altri Paesi.

Per poter accedere in Grecia senza obbligo di quarantena è necessario produrre adeguata documentazione che attesti l’immunità al Covid. Varie sono le opzioni disponibili: è possibile presentare il certificato di vaccinazione (in italiano o in inglese), purché si sia completato l’intero ciclo di immunizzazione e siano trascorsi almeno 14 giorni dalla somministrazione dell’ultima dose; in alternativa, si può mostrare l’esito negativo di un tampone molecolare eseguito entro le 72 ore antecedenti (obbligatorio dai 5 anni di età) o un certificato che dimostri la guarigione dall’infezione non più di 9 mesi prima della partenza.

All’arrivo in Grecia, è possibile essere soggetti a controlli sanitari casuali mediante test rapido. In caso di risultato positivo, il viaggiatore e i suoi accompagnatori saranno alloggiati per almeno 10 giorni in un hotel di isolamento a spese delle autorità locali, inoltre saranno sottoposti ad altri accertamenti per verificare la diagnosi. Una volta fatto il proprio ingresso nel Paese, i turisti sono tenuti a rispettare le vigenti misure di sicurezza, tra cui l’utilizzo della mascherina, il distanziamento sociale e il coprifuoco dalle ore 00:30 alle ore 5:00.

Quali sono le attività possibili in Grecia? Le spiagge sono accessibili, tuttavia ciascun ombrellone può essere utilizzato da non più di due persone – ad eccezione dei nuclei familiari. Ristoranti e bar possono accogliere i turisti solo all’aperto, dalle ore 5:00 alle ore 00:15, per un massimo di sei persone a tavolo. Riaprono anche i siti archeologici e i musei, dove l’accesso è disponibile per non più di tre persone a gruppo (ad eccezione dei nuclei familiari). Per i cinema all’aperto, è obbligatorio disporre una capienza massima del 75%. A partire dal 28 maggio, ricominciano gli eventi live all’aperto con limite di capienza al 50%.

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *