cocktail-alla-menta,-cinque-miscele-fresche-per-l’estate

Cocktail alla menta, cinque miscele fresche per l’estate

Spread the love

I cocktail alla menta prevedono che la pianta aromatica conferisca alla miscela quel giusto tocco di freschezza che è indispensabile durante l’estate. Vi suggeriamo cinque drink alla menta da ordinare all’aperitivo.

I cocktail alla menta per l’estate

Si è fatta estate anche per la mixology, specialmente quando si parla di cocktail alla menta. Il ciuffo di foglie verdi che da tempo siete abituati a vedere in cima ad alcuni drink in particolare, è una conferma del fatto che l’utilizzo della menta in mixology è non soltanto consolidato, ma anche molto comune.

Ma la menta non è solo un garnish perché, in un modo o nell’altro, contribuisce a diversificare il sapore di una miscela, al punto che anche il solo profumo ne rende distintivo un sorso.

I cocktail alla menta hanno una prerogativa di freschezza facilmente rintracciabile nella pianta aromatica, spesso visibile a primo impatto –sia essa depositata sul fondo del bicchiere o in cima.

Quali drink alla menta ordinare per l’aperitivo?

Se con l’armadio si fa il cambio stagione al bancone, con l’arrivo del caldo,basta solo ordinare uno di questi cinque cocktail alla menta per prepararsi all’estate. Scopriamoli insieme.

Mint Julep

Il cocktail Mint Julep ha un’anima assolutamente sportiva perché pare che il drink sia nato apposta per il Kentucky Derby di cui è a tutt’oggi il cocktail ufficiale.

Non si ha nessuna informazione certa né su chi abbia ideato la miscela né quando. Il cocktail alla menta ha comunque solide radici americane e tutto il gusto di un distillato iconico negli USA: il bourbon.

Il Mint Julep si distingue per essere un cocktail totalmente fresco e che si può gustare in qualsiasi momento –specialmente uno afoso e caldo. Il whiskey americano è addolcito dallo sciroppo di zucchero e prevede foglie di menta in abbondanza a guarnire il drink.

Cocktail alla menta, Whiskey Smash

Il drink alla menta è nato a cavallo tra gli anni 80 e 90, ed è la versione fruttata del Mint Julep di cui abbiamo parlato in alto.

Il cocktail Whiskey Smash è stato servito per la prima volta alla Rainbow Room di New York da Dale DeGroff e la miscela fu subito apprezzata, dato il potenziale della menta unita alla dolcezza della frutta e al distillato americano per eccellenza: il bourbon.

Old Cuban

Il drink alla menta Old Cuban richiama subito alla mente un Mojito, che però rimpiazza il rum bianco con un rum decisamente più invecchiato. Le origini del cocktail sono abbastanza recenti –pare infatti sia nato a New York nel 2004 per mano di Audrey Saunders.

Non manca anche per questo drink una base sciroppata e la freschezza del succo di lime che legano bene al garnish di foglie di menta che rende la miscela molto aromatica oltre che dissetante.

Cocktail alla menta, Southside

Il cocktail Southside pare sia nato al Twenty-One Club di New York, anche se alcuni lo fanno risalire all’area sud di Chicago, dov’era bevuto principalmente durante il Proibizionismo.

Comunque, in questa miscela, l’utilizzo della menta è imprescindibile e, anche se è utilizzata come garnish, i suoi oli essenziali riescono in ogni modo a confluire nella miscela con gin, sciroppo di zucchero e succo di lime, perfetta soprattutto per un aperitivo in spiaggia.

Cocktail-alla-menta-per-l'estate-Coqtail-Milano

Gin Gin Mule

Un altro capolavoro della mixology che ci ricollega a Audrey Saunders, perché il Gin Gin Mule è un twist su un drink che la barlady aveva già ideato nel 2000 a New York.

Per questo cocktail alla menta, la lista degli ingredienti è lunga: si tratta di una miscela shakerata che arruola la pianta aromatica in cima, e che include nel suo curriculum alcolico il gin, la radice di zenzero, il succo di lime, ginger beer e lo sciroppo di menta.

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *