citroen-bijou:-la-sconosciuta-variante-berlina-della-2cv
Spread the love

Al Salone di Londra del 1959 fu svelata la Citroen Bijou, sconosciuta variante berlina a due porte della storica 2CV. Destinata esclusivamente al mercato britannico, fu proposta solo nella configurazione RHD con il volante di guida a destra.

Più grande della 2CV

Esteticamente, la Citroen Bijou era riconoscibile per le maggiori dimensioni rispetto alla 2CV, quantificate in 10 cm in più di lunghezza e 7 cm in più di larghezza. In altezza, invece, era più bassa di ben 43 cm. Equipaggiata solo con il motore bicilindrico 435 di cilindrata da 12 CV di potenza, raggiungeva la velocità massima di 80 km/h.

Solo 207 esemplari

La Citroen Bijou era dotata della carrozzeria in fibra di vetro, realizzata dallo specialista Whitson, ma la massa della vettura era più pesante di circa 70 kg rispetto alla 2CV. Assemblata presso l’impianto inglese di Slough, uscì di scena nel corso del 1964 dopo esser stata prodotta in soli 207 esemplari, le cui unità superstiti ammontano ad una quarantina.

Se vuoi aggiornamenti su Auto storiche, Citroën inserisci la tua email nel box qui sotto:

Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi di cui alla presente pagina ai sensi dell’informativa sulla privacy.

Abbiamo ricevuto la tua richiesta di iscrizione. Se è la prima volta che ti registri ai nostri servizi, conferma la tua iscrizione facendo clic sul link ricevuto via posta elettronica.

Se vuoi ricevere informazioni personalizzate compila anche i seguenti campi opzionali.

Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi di cui alla presente pagina ai sensi dell’informativa sulla privacy.