cinema:-le-sale-del-futuro-saranno-verticali-e-di-design.-parola-di-oma

Cinema: le sale del futuro saranno verticali e di design. Parola di Oma

Spread the love

Il cinema guarda in alto… e non in senso figurato. In assenza di progettualità effettiva sulla riapertura delle sale in Italia, l’industria sta utilizzando questo stop forzato per riprogettarsi e prepararsi al futuro. Il distanziamento sociale imposto dall’emergenza Covid-19 ha offerto una spinta a reinventare gli spazi condivisi, di cui le sale fanno parte.

Lo studio di architetti francese OMA Cinema ha ridisegnato la forma degli ambienti cinematografici offrendo un’esperienza unica, che celebri la grandiosità dell’esperienza in sala ma con minore condivisione. In che modo?

Innanzitutto va detto che il progetto ambiziosissimo, già sperimentato a Parigi e prossimamente in arrivo anche in Italia, risale ad un periodo pre-pandemia e ruota attorno all’idea di armonizzare un appuntamento sociale alle esigenze di riservatezza, puntando sul lusso e sul design.

Nel mondo post-Coronavirus il brand immagina sale sviluppate appunto in verticale. Dividendo la stanza in piccoli arene circolari “private”, l’ipotesi è quella di una maggiore vicinanza allo schermo, senza nessun accesso laterale alla sala che distragga o interrompa la visione.

Il concept di una sala realizzata tutta di balconate prende in prestito la tradizionale disposizione teatrale per proiettarla in una nuova dimensione di comfort e sicurezza.

A prescindere, infatti, dalla dimensione della sala, disporre le poltrone in altezza permette di risolvere più interrogativi allo stesso tempo, incluse le preoccupazioni sulla vicinanza dello spettatore. Non si tratta di un virtuosismo architettonico, ma di implementare l’esperienza d’immersione nella storia senza alcuna distorsione del suono e dell’immagine.

Per dirla con le parole dell’architetto Pierre Chican, fondatore e CEO del brand: “Per oltre mezzo secolo i cinema sono stati costruiti in maniera simile e riproducono la stessa disposizione dei posti per gli spettatori, invece quest’idea di sala crea un’esperienza cinematografica al tempo stesso intima, spettacolare e immersiva, rendendo Oma unico nel panorama cinematografico globale”.

L’esperienza personalizzata di questo genere di sale include anche servizi “al tavolo”, luoghi esclusivi, sale vip, lounge bar e accessi riservati.

Inoltre ogni gestore dello spazio piò creare un ambiente su misura, realizzato appositamente sulle esigenze individuali, trasformando ogni sala in un unicum architettonico.

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *