campania,-con-astrazeneca-la-vaccinazione-prosegue-senza-controindicazioni
Spread the love

Italia

URL abbreviato

In Campania si prosegue con la somministrazione del vaccino AstraZeneca ad esclusione del lotto sospeso dall’Aifa. Non ci sarebbe correlazione con la vaccinazione nel decesso della docente di Napoli.

L’Unità di crisi della Regione Campania si è riunita d’urgenza questa mattina per recepire le indicazioni del Ministero della Salute, sullo sblocco della “somministrazione del vaccino AstraZeneca che quindi riprenderà regolarmente, fatti salvi i lotti sui quali, in via precauzionale, è in corso una campionatura da parte dell’Istituto Superiore di Sanità. Tali lotti non verranno utilizzati per il tempo strettamente necessario al completamento della campionatura. Non esistono al momento controindicazioni sanitarie al prosieguo della campagna vaccinale con AstraZeneca”, lo scrive la Regione Campania in un comunicato stampa.

Anche governatore campano, Vincenzo De Luca, durante un diretta su Fb, ha commentato l’accaduto:

“Evitiamo psicosi e angoscia, non c’è nessun motivo per esserlo. […] Su milioni di somministrazioni ci sono state poche decine di casi con delle conseguenze, alcune anche gravi, che però vanno accertate se siano collegate al vaccino prima di diffondere allarmismi inutili”, ha detto.

AstraZeneca sul quale sono in corso delle indagini di approfondimento, dopo che almeno tre persone sono morte in Sicilia che avevano in precedenza fatto il vaccino AstraZeneca di quel lotto specifico. In un caso l’autopsia ordinata dalla Procura di Trapani non ha trovato un nesso tra il preparato anti-Covid e la morte del militare. In altri due casi ci sono in corso indagini. “Le prime indagini hanno dimostrato che una sospetta correlazione sembra essere non dimostrata e anzi scongiurata”, ha affermato in precedenza l’assessore alla Salute della Regione Sicilia, Ruggero Razza.


©
Sputnik . Vladimir Trefilov

In Europa, come ha riportato l’Ema ieri in un suo comunicato, sono 30 gli eventi di coaguli di sangue verificatisi a seguito della somministrazione del vaccino AstaZeneca, su 5 milioni di dosi somministrate.

Nel frattempo la Danimarca ha sospeso la distribuzione del vaccino AstraZeneca per almeno 14 giorni e anche la Bulgaria ha deciso di sospendere la somministrazione del vaccino nel suo Paese.

I decessi nel napoletano

Anche in provincia di Napoli sono stati correlati due casi di decesso delle persone che avevano fatto il vaccino AstraZeneca.

Il primo caso riguarda la docente Annamaria Mantile, di 62 anni, di Napoli a cui è stata effettuata l’autopsia che non ha trovato correlazioni con la vaccinazione.

Il secondo è Vincenzo Russo di 58 anni, residente ad Afragola e dipendente presso una scuola di Casalnuovo di Napoli. Sull’uomo l’autopsia è stata disposta ma non ancora effettuata.

Secondo quanto riportato dal NapoliToday, fonti interne all’Asl Napoli 1 Centro hanno rivelato che le due persone decedute non erano state vaccinate con il lotto bloccato dall’Aifa.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *