cagliari-–-atalanta-1-2:-partita,-tabellino-e-dove-vedere-gli-highlights
Spread the love

L’Atalanta muove un altro passo verso la zona Champions, il Cagliari continua a sprofondare verso la B. E’ il verdetto di ieri sera: l’1-2 dei bergamaschi alla Unipol Domus vale il qiuarto posto momentaneo per Gasperini, che festeggia i 200 successi da allenatore in A. Non se la palla altrettanto bene il collega toscano, che invece vede ora il fantasma di un esonero avvicinarsi, nella settimana della sosta (in tribuna ieri Fabio Liverani, un indizio?). 

Pasalic sblocca la partita dopo pochi minuti, i nerazzurri potrebbero mettere al sicuro la partita, ma si fanno sorprendere da Joao Pedro. Prima dell’intervallo, però, ci pensa il solito devastante Zapata a rimettere la freccia. E nella ripresa il Cagliari non ha la forza di pareggiare, anzi sbanda e rischia di subire ancora. Finisce 1-2 e Mazzarri resta ultimo.

Tutto nel primo tempo

Alla squadra di Gasperini bastano 5’23” per far capire che aria tira sull’isola. Ci pensa il sempre presente Zapata a creare scompiglio sulla trequarti sarda e servire Zappacosta: la palla dell’ex Chelsea arriva pulita sul secondo palo a Pasalic, pronto af appoggiarla facilmente in porta (dimenticato dai difensori del Cagliari).

Mazzarri cambia qualcosa, soprattutto cerca di colpire l’Atalanta con palle lunghe alle spalle dei difensori per sfruttare i blitz di Joao Pedro. Idea che riesce alla perfezione quando parte il lancio per Joao: il capitano rossoblu salta Demiral e poi fulmina Musso per il suo settimo gol in campionato.

Dopo un blck out costato il pareggio, i nerazzurri accelerano prima dell’intervallo e rimettono la freccia con uno Zapata immarcabile. Al 43′ Carboni regala il pallone a Koopmeneirs, che da destra serve il bomber: prende il tempo a Godin e non lascia scampo a Cragno con il suo sinistro.

Nella ripresa, nonostante i cambi, la squadra di casa non trova le energie e le geometrie per mettere in difficoltà gli ospiti (un solo pallone per la testa di Pavoletti sul taccuino), mentre la Dea avrebbe nel finale la possibilità di dilagare, ma si specchia nelle sue giocate e non concretizza.

Il tabellino

Cagliari (4-5-1): Cragno; Zappa (45′ st Farias), Godin, Carboni, Lykogiannis; Bellanova (38′ st Pereiro), Marin, Strootman (16′ st Pavoletti), Deiola 5,5 (1′ st Grassi); Nandez; Joao Pedro. Allenatore: Mazzarri.

Atalanta (3-4-2-1): Musso; De Roon, Demiral, Palomino; Zappacosta, Freuler (45’+2′ st Pessina), Koopmeiners (18′ st Lovato), Maehle; Pasalic (45’+2′ st Pezzella), Malinovskyi (18′ st Ilicic); Zapata. Allenatore: Gasperini.

Arbitro: Piccinini.

Marcatori: 6′ Pasalic (A), 27′ Joao Pedro (C), 43′ Zapata (A).

Ammoniti: Godin (C), Koopmeiners (A).

Cagliari – Atalanta 1-2: dove vedere gol e highlights

Le immagini salienti di Cagliari – Atalanta 1-2 giocata sabato 6 novembre sono disponibili sul canale Youtube di Dazn 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *