bridgerton,-5-attivita-in-stile-regency-ispirate-alla-serie-da-fare-in-inghilterra
Spread the love

La Regency-mania è protagonista assoluta della primavera. Nell’era post-duca di Hastings, Bridgerton torna con la seconda stagione il 25 marzo su Netflix e promette meraviglie. 

Il nuovo capitolo si concentra sulla ricerca della moglie da parte del visconte Anthony (Jonathan Bailey): ha giurato di non sposarsi per amore ma per interesse, ma Cupido ci mette lo zampino e s’incontra/scontra con l’ultima persona che vorrebbe al suo fianco, Kate (Ashley Simone di Sex Education). Intanto sono già confermate la terza e quarta stagione oltre a un prequel sulla Regina Charlotte

L’evento tv, comunque, è anticipato in libreria da un cofanetto speciale dell’autrice Julia Quinn, edito da Mondadori, con due storie inedite (Altre cronache di Lady Whistledown). E non solo: per immergersi in quest’epoca d’oro dell’Ottocento inglese è stato scritto anche un manuale non ufficiale di usi e costumi: firmato da Charlotte Browne, Il piccolo libro di Bridgerton (Sorzogno), mette alla prova la conoscenza del pubblico.

Panchetta con la seduta in pelle, struttura in legno intagliato e decorato in Oro e Laccato Nero (Roberto Giovannini)

È in ottima compagnia: Spin Master ha rilasciato un party game che si chiama Netflix – In tendenza ora, un gioco di società per bingewatchers con oltre 20 mila scenari sui gioiellini a puntate più famosi, tra cui appunto la serie di Shonda Rhimes (mamma di Grey’s Anatomy e Scandal).

Pat McGrath ha rilasciato una linea di make-up dedicata a Daphne e co., il brand made in Italy di calzature Malone Souliers ha lanciato una collezione a tema e a New York Bloomingdale’s ha installato un pop up store con lo stile Bridgerton. Il Design Museum ha inserito la storia nella mostra che in estate celebra il primo decennio della piattaforma streaming e l’impatto sulle tendenze nelle abitudini e nel design è piuttosto evidente.