brian-laundrie-era-sotto-sorveglianza,-poi-e-sparito
Spread the love

MIAMI – Continuano senza successo in Florida le ricerche di Brian Laundrie, il fidanzato di Gabby Petito – la giovane trovata morta in Wyoming una ventina di giorni fa e la cui scomparsa era diventata un caso di rilevanza nazionale.

Le ricerche di Laundrie si stanno concentrando in una riserva naturale non molto lontana dalla casa della sua famiglia a North Port. Gli investigatori hanno precisato che al momento non ci sono prove del passaggio del giovane nella zona, ma che le operazioni andranno avanti finché non ci saranno ulteriori riscontri.

La polizia di North Port non ha confermato il ritrovamento, lo scorso 14 settembre, dell’auto di Laundrie da parte dei suoi genitori all’esterno di uno dei punti d’accesso dell’area naturale. Questa sarebbe la prova principale della presenza dell’uomo nella zona. Gli inquirenti si erano recati alla casa di famiglia dei Laundrie la notte dell’11 settembre, ma senza riuscire a parlare con Brian. Il 23 non venne arrestato ma fu messo sotto sorveglianza, riferisce un portavoce della polizia, al massimo delle possibilità permesse dalla legge.

Poi, improvvisamente, il giovane è scomparso senza che le autorità siano mai riuscite a parlargli. Il 19 settembre il corpo senza vita di Gabby Petito è stato ritrovato.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *