bonus-mobili-ed-elettrodomestici:-c’e-ancora-poco-tempo-per-sfruttare-il-tetto-di-spesa-di-16mila-euro
Spread the love

Redazione 26 novembre 2021 10:43

Rimane poco tempo a disposizione, circa un mese. Il bonus mobili 2021, nella sua forma attuale, scade il prossimo 31 dicembre. Con il nuovo anno entrerà in vigore un nuovo bonus mobili, che prevede però un tetto di spesa minore rispetto a quello attualmente in vigore. Ecco perché chi sta svolgendo lavori di ristrutturazione anche parziale del proprio immobile, deve necessariamente acquistare arredi ed elettrodomestici entro il 31 dicembre per poter godere della detrazione al 50% con il tetto di spesa di 16mila euro. Agli acquisti dall’1 gennaio 2022 verrà applicato il nuovo limite di spesa di 5mila euro.

Bonus mobili: come sfruttare il tetto di spesa di 16mila euro fino al 31 dicembre

Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta. Il bonus mobili 2021 è una detrazione Irpef del 50% per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici per l’arredo di un immobile oggetto di ristrutturazione. Non può essere applicato in caso di immobili in cui non siano stati apportati interventi di ristrutturazione. I lavori di ristrutturazione edilizia dell’immobile devono essere iniziati a partire dal 1° gennaio 2020. Rientrano nella detrazione fiscale Irpef del 50% mobili nuovi quali arredi per la camera (letti, materassi, comodini armadi, cassettiere) o per lo studio (librerie, scrivanie), per la cucina (tavoli, sedie) e per il salotto (divani, poltrone, credenze, apparecchi di illuminazione).

Quali elettrodomestici si possono acquistare

Per quanto riguarda invece gli elettrodomestici, essi dovranno essere di classe energetica non inferiore alla A+ (A o superiore per i forni e lavasciuga). Gli elettrodomestici dovranno essere dotati di apposita etichetta energetica. La detrazione è valida anche in caso di grandi elettrodomestici sprovvisti di etichetta energetica solo se per quella tipologia non è ancora previsto l’obbligo di etichetta energetica. Tra i grandi elettrodomestici che possono rientrare nel bonus mobili 2021 ci sono frigoriferi, congelatori, lavatrici, lavasciuga, asciugatrici, lavastoviglie, apparecchi di cottura, stufe elettriche, piastre riscaldanti elettriche, forni a microonde, apparecchi elettrici di riscaldamento, radiatori elettrici, ventilatori elettrici, apparecchi per il condizionamento.

La detrazione per il bonus mobili

Nello specifico, la detrazione va ripartita in dieci quote annuali di pari importo in sede di dichiarazione dei redditi e può essere fruita anche nel caso di mobili e grandi elettrodomestici acquistati all’estero. L’incentivo messo a disposizione dal governo Draghi non prevede la possibilità di optare per la cessione del credito o lo sconto in fattura. I pagamenti consentiti per poter usufruire di questo incentivo sono bonifico, carta di debito o di credito. Non sono accettati assegni bancari, contanti o altri mezzi di pagamento.

La detrazione è ammessa anche in caso di acquisti con finanziamento a rate, purché la finanziaria paghi il corrispettivo con le stesse modalità indicate sopra e il contribuente abbia una copia della ricevuta del pagamento. Il contribuente dovrà possedere copia dell’attestazione del pagamento, fatture di acquisto dei beni o scontrino con il codice fiscale dell’acquirente che riportino anche la natura, la qualità e la quantità dei beni e dei servizi acquisiti. 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *