bollettino-del-2-febbraio:-i-numeri-dell’epidemia-in-italia

Bollettino del 2 febbraio: i numeri dell’epidemia in Italia

Spread the love

Il Ministero della Salute, nella giornata di oggi, martedì 2 febbraio, ha comunicato i numeri dell’epidemia da coronavirus in Italia tramite bollettino.

Bollettino coronavirus mappa regione
(Ministero della Salute)

Il Ministero della Salute ha pubblicato il consueto bollettino relativo all’epidemia da Coronavirus in Italia. Stando alla tabella odierna, ad oggi i casi di contagio nel nostro Paese sono saliti a 2.570.608 con un incremento di 9.660 unità rispetto a ieri. Ancora in calo dei soggetti attualmente positivi che ad oggi risultano essere 437.765 (-9.824), così come i ricoveri in terapia intensiva (-38) che ammontano a 2.214. I guariti ad oggi sono 2.043.499, ossia 18.976 in più rispetto alla giornata di ieri. Nelle ultime 24 ore si sono registrati 499 decessi che hanno portato il bilancio delle vittime dall’inizio dell’emergenza a 89.344.

La Regione Abruzzo, si legge nelle note, ha comunicato la sottrazione dal totale dei positivi di 3 casi dei giorni passati per un ricalcolo. Anche l’Emilia-Romagna ha eliminato 6 casi, positivi a test antigenico ma non confermati da tampone molecolare.

Coronavirus, bollettino: i numeri del Covid-19 in Italia nella giornata di lunedì 1 febbraio

Coronavirus bollettino Italia febbraio
(Getty Images)

Aggiornato nella giornata di ieri lo stato dell’epidemia da Coronavirus in Italia. Secondo i dati diffusi dal Ministero della Salute, i casi di contagio complessivi erano saliti a 2.560.957. Proseguiva il calo dei soggetti attualmente positivi che risultavano essere 447.589. Salivano, invece, i pazienti ricoverati in terapia intensiva che ammontavano in totale a 2.252. Il numero dei guariti saliva a 2.024.523. Si aggravava ancora il bilancio delle vittime che portavano il totale a 88.845.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Bollettino dell’1 febbraio: prosegue il calo dei soggetti attualmente positivi

Coronavirus, bollettino: i numeri del Covid-19 in Italia nella giornata di domenica 31 gennaio

Il Ministero della Salute nella giornata di domenica ha aggiornato lo stato relativo all’epidemia da Coronavirus in Italia. Stando alla tabella sanitaria, il numero dei casi di contagio dall’inizio dell’emergenza era salito a 2.553.032. In calo i soggetti attualmente positivi che ammontavano a 453.968, così come i ricoveri in terapia intensiva che risultavano essere 2.215. I guariti erano 2.010.548. Il bilancio delle vittime saliva a 88.516.

La Regione Emilia Romagna, si leggeva nelle note, eliminava 3 casi positivi a test antigenico, ma non confermati da tampone molecolare.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Bollettino del 31 gennaio: oltre 11mila nuovi casi

Coronavirus, piano vaccini: al via le prenotazioni per gli over 80

La fase 2 delle vaccinazioni è ormai alle porte. In data odierna, infatti, si terrà il vertice con le Regioni per discutere delle somministrazioni e soprattutto per apportare le giuste modifiche al piano a seguito dei ritardi nelle consegne da parte delle case produttrici. Una notizia piombata sull’Italia e le altre Nazioni UE a cui si somma una nuova indicazione giunta dalla AstraZeneca ossia che il suo vaccino sarebbe consigliato somministrarlo a tutti i soggetti al di sotto dei 55 anni.

L’obbiettivo di giungere alla tanto anelata immunità di gregge, dunque, sembra sempre più lontano. L’anno 2021 che avrebbe dovuto essere quello della svolta, probabilmente sarà di nuova attesa. Tuttavia bisogna sottolineare come già due milioni di Italiani abbiano ricevuto il vaccino e questa è di certo un’ottima notizia a cui ora si aggiungerà la nuova fase di somministrazione per gli 80enni.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Coronavirus, piano vaccini: al via le prenotazioni per gli over 80

Coronavirus, l’Europol avverte l’UE: “Attenzione ai certificati contraffatti”

L’Europol nella giornata di ieri avrebbe inviato un messaggio allarmante. Gli Stati Membri dell’Unione sono stati avvertiti di un presunto mercato riguardante falsi certificati negativi al test molecolare SARS-CoV-2. Pare, infatti, che nell’aeroporto parigino Charles de Gaulle sarebbe stato individuato un vero e proprio centro di produzione illegali di tali documenti fraudolenti. Ed ancora, nel Regno Unito alcuni soggetti sarebbero stati arrestati poiché sorpresi a falsificare i certificati. L’Europol avrebbe anche scoperto che la frode agirebbe anche on-line.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Coronavirus, l’Europol avverte l’UE: “Attenzione ai certificati contraffatti”

Covid-19, ultras e manifestanti tra coltelli e bengala: quasi 500 arresti

Numerose le proteste scoppiate nel cuore dell’Europa a seguito delle stringenti misure anti-Covid assunte da alcuni Governi. Paesi Bassi, Belgio ed Austria sarebbero nell’occhio del ciclone. All’interno delle piazze poco pacifiche manifestazioni si sarebbero registrate.

Stando a quanto riferiscono i media locali migliaia i cittadini scesi a protestare. Una situazione di tensione, dunque, che si somma ad un quadro, quello epidemiologico, già molto complesso. Tra i soggetti numerosi ultras. La Polizia pare abbia eseguito quasi 500 arresti e sequestrato diverse armi, nonché petardi e bengala.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Covid-19, ultras e manifestanti tra coltelli e bengala: quasi 500 arresti

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Tra le capitali coinvolte anche Budapest e Vienna dove l’insofferenza della popolazione avrebbe portato a gravi sommosse.

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *