bollettino-coronavirus-7-gennaio:-18020-nuovi-positivi-e-414-vittime.-salgono-ricoveri-e-ti
Spread the love

Il bollettino pubblicato dalla Protezione Civile e dal Ministero della Salute sulla diffusione del contagio da coronavirus COVID-19 riflette parzialmente il giorno di festa che oggi ci siamo lasciati alle spalle e che, come abbiamo ormai imparato dall’inizio di questa pandemia, coincide anche con un calo dei tamponi sia di prima verifica che di controllo. Nelle ultime ore sono stati accertati 18.020 nuovi casi, in calo rispetto ai 20.331, ma a fronte di quasi 60mila tamponi analizzati in meno: 121.275 contro 178.596. Il rapporto tra i tamponi analizzati e i casi positivi emersi ha fatto un balzo in avanti dall’11,38% degli ultimi due giorni al 14,86%. Questo, però, non deve preoccuparci troppo perchè nei giorni festa le procedure di test proseguono in ambito ospedaliero e vengono invece messe in pausa nei laboratori pubblici e privati di analisi.

Il bollettino del 7 gennaio 2021 conferma anche oggi il trend che prosegue ormai da giorni: il Veneto che continua ad essere non soltanto la Regione al momento più colpita dalla pandemia con 92.176 persone attualmente positive, ma anche quella col maggior incremento giornaliero. Sono 3.596 nuovi positivi sono emersi nella Regione guidata da Luca Zaia a fronte di 17.243 tamponi analizzati, meno dei 20.331 della Lombardia da cui, invece, sono emersi 2.799 nuovi casi di COVID-19. Seguono l’Emilia-Romagna con 2.228 nuovi casi e il Lazio con 1.779 persone positive in più rispetto a ieri. Continua anche l’importante incremento dei positivi in Sicilia, che oggi ha registrato 1.435 nuovi casi a fronte di 8.572 tamponi.

Oggi, dopo il calo significativo emerso ieri, i ricoveri in regime ordinario sono tornati a salire di 117 unità, per un totale di 23.291 persone ricoverate in ospedale con sintomi dell’infezione da COVID-19 in tutto il Paese: 3.363 di questi si trovano in Lombardia, 2.882 nel Lazio, 2.760 in Piemonte e 2.701 in Emilia-Romagna.

Tornano a salire anche i posti occupati nelle terapie intensive del Paese. Oggi, rispetto a ieri, il numero totale è aumentato di 16 unità e 156 persone sono state trasferite dai reparti ordinari nelle ultime 24 ore. Il totale degli attualmente ricoverati in terapia intensiva sale così a 2.587. Veneto e Lombardia sono le Regioni col numero più alto di nuovi ingressi (25).

Scende rispetto ai giorni scorsi, invece, il numero dei decessi giornalieri. Nelle ultime 24 ore 414 persone sono decedute in Italia a causa del COVID-19, 134 in meno rispetto alle 548 vittime registrate ieri.

Coronavirus, lo schema dei dati del 7 gennaio 2021

bollettino coronavirus 7 gennaio 2021

Ecco uno schema coi dati più rilevanti del bollettino di oggi sul coronavirus in Italia:

– 18.020 nuovi casi (ieri erano stati 20.331)


– 2.220.361 casi totali


– 414 decessi (ieri erano stati 548)


– 77.291 decessi in totale


– 15.659 nuovi guariti (ieri erano stati 20.227)


– 2.587 persone in terapia intensiva (+16 con 156 nuovi ingressi. Ieri erano 2.571)


– 1.572.015 dimessi e guariti in totale


– 545.177 persone in isolamento domiciliare


– 23.291 persone ricoverate con sintomi (+117, ieri erano 23.174)


– 571.055 attualmente positivi


– 121.275 tamponi effettuati (ieri erano stati 178.596, 27.439.249 in totale)

Coronavirus, la distribuzione in Italia al 7 gennaio 2021

bollettino coronavirus 7 gennaio 2021 mappa

Questa è la distribuzione degli attualmente positivi tra le regioni italiane:

54.242 in Lombardia (+2.799)


92.176 in Veneto (+3.596)


17.699 in Piemonte (+1.004)


76.359 in Campania (+1.052)


56.885 in Emilia-Romagna (+2.228)


77.923 nel Lazio (+1.779)


9.500 in Toscana (+667)


38.705 in Sicilia (+1.435)


53.541 in Puglia (+657)


5.301 in Liguria (+196)


12.365 in Friuli Venezia Giulia (+671)


13.582 nelle Marche (+346)


11.317 in Abruzzo (+229)


17.059 in Sardegna (+340)


11.251 a Bolzano (+263)


4.061 in Umbria (+64)


8.804 in Calabria (+361)


1.946 a Trento (+170)


6.370 in Basilicata (+62)


434 in Valle d’Aosta (+33)


1.535 in Molise (+68)

Covid: nuovo allarme in Cina, negli USA record di morti

Apprensione in Cina per un nuovo allarme Covid nella capitale della provincia di Hebei, che confina con quella di Pechino. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 63 contagi, il numero più alto dal mese di luglio del 2020. Le autorità locali hanno bloccato subito collegamenti ferroviari e autostradali in direzione della città che si trova a circa 300 chilometri a sud della capitale.

USA: record di morti da inizio pandemia

Intanto, negli USA si sono registrati nelle ultime 24 ore 3.865 decessi. È il record assoluto dall’inizio della pandemia, secondo quanto conferma la Johns Hopkins University: si tratta della quinta volta in cui gli Stati Uniti superano quota 3.500 morti per complicanze legate al Covid. In totale, dall’inizio della pandemia sono morte negli USA 361.278 persone, mentre il totale dei contagi è di 21.305.026, di cui 145mila solo nelle ultime 24 ore.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *