aumentano-i-contagi-tra-gli-operatori-sanitari
Spread the love

ROMA – I contagi da coronavirus tra gli operatori sanitari sono «nuovamente in pericoloso aumento». Lo dichiara Antonio De Palma, presidente di Nursing Up, sindacato italiano della categoria.

I dati – Stando agli ultimi dati, solo negli ultimi cinque giorni si registrano 343 infettati in più, con una media di 68 professionisti ogni 24 ore. «Secondo le nostre proiezioni, se il trend dovesse mantenersi quello attuale, potremmo sfiorare i duemila contagiati tra l’inizio la fine di novembre».

Nursing Up era intervenuto nelle scorse settimane nel lanciare l’allarme sul ritorno dei contagi tra chi opera negli ospedali italiani. «E ancora una volta ci prodighiamo nell’affermare che il nostro non vuole essere affatto un atto di controproducente allarmismo» afferma De Palma. «Riteniamo, infatti, che pur essendo, almeno allo stato attuale in una situazione non allarmante, essa va di certo monitorata con estrema attenzione».

A che punto siamo con la terza dose? – Preoccupa il fatto che una media di 55 infermieri si ammali di Covid-19 ogni giorno. La terza dose del vaccino sarà la soluzione? «Leggiamo e apprendiamo delle dichiarazioni del ministro Speranza e del sottosegretario Sileri» che l’ipotesi di un “booster” aperto a tutti e non solamente alle categorie più fragili «prenderebbe sempre più piede. Noi, come sempre, non entriamo nel merito della decisione, ma come sindacato che tutela gli interessi e la salute degli infermieri vorremmo comprendere, sulla base di una accurata indagine scientifica, perché gli operatori sanitari si stanno ammalando di nuovo» sottolinea De Palma. «Abbiamo il diritto di capire qual è lo stato immunitario di coloro che si sono vaccinati a inizio anno. Pretendiamo di sapere fino a che punto la terza dose sarà capace di agire sulle nuove varianti».

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *