amadeus-anche-a-sanremo-2022?-la-“bomba”-di-fiorello-a-domenica-in
Spread the love

Dove c’è Fiorello c’è spettacolo. Anche il più semplice dei collegamenti diventa uno show. Ed è quello che è successo in apertura a Domenica In, con Mara Venier che si è collegata con lui e Amadeus dal palco dell’Ariston, dove i due stanno scaldando i motori per la partenza del Festival di Sanremo il prossimo martedì 2 marzo. 

Si scherza a ruota libera. Fiorello parte subito con uno “scoop”: “Amadeus è entrato in camera e mi ha detto: ‘Rosario, io l’anno prossimo voglio fare il Sanremo Ter”. Amadeus è stato al gioco e ha risposto prontamente, “legando” a sé l’amico di sempre: “E lui mi ha risposto: ‘Sappi che io non ti lascerò mai’”. 

Sanremo 2021 al via, Amadeus e il Festival senza pubblico ma per il pubblico

Questo Sanremo sarà un Sanremo diverso per il fatto di non aver il pubblico, ma quello che vedremo sul palco del’Ariston sarà lo stesso Festival come siamo abituati a vederlo, ha garantito Amadeus. “Sarà un Sanremo fatto di tante belle canzoni, che è la cosa principale, e il gioco e divertimento che ci sono intorno servono per regalare cinque serate spensierate in un anno così”.

“Noi siamo entrati nella modalità ‘senza pubblico’. Il nostro publico quest’anno è quello delle persone che staranno a casa”, ha spiegato il conduttore. “Ma il nostro pubblico quest’anno è anche l’orchestra: i loro sorrisi, i loro sguardi che incrociamo, sono diventati loro il nostro pubblico in sala”. 

Saranno cinque serate di musica e spettacolo, ha garantito Amadeus. Cinque serate per portare un po’ di spensieratezza, anche in questi tempi così difficili: “È il dovere di chi fa il nostro lavoro. Credo che il pubblico abbia bisogno di leggerezza. Quello che sta accadendo lo conosciamo, sappiamo che Sanremo purtroppo non risolve i mali del mondo ma può regalare cinque serate di musica e spensieratezza”.  

Amadeus: “Ecco perché era importante non fermare il Festival di Sanremo”

Amadeus è tornato poi sulla questione dell’opportunità o meno di fermare o rimandare il Festival di quest’anno a causa della pandemia. “Sanremo ha la sua magia, è la storia della musica italiana, del nostro costume, la nostra storia. Ecco anche perché era importante non fermarlo. È anche un segnale di riapertura verso tutto un settore musicale che ha sofferto come tanti altri settori”.

Sanremo 2021 al via, Amadeus: “Non farlo sarebbe stato un danno psicologico per tutti” 

“Ci auguriamo che da qui si possa ripartire verso una vita normale. Perché si fa il Festival? Se non farlo fosse servito a riaprire teatri, cinema e bar, io non avrei mai esitato a fermarmi – ha detto Amadeus – Purtroppo fermare il Festival non permetterebbe a tutti di aprire ma dietro il Festival ci sono musicisti, tecnici, 300 tecnici che lavorano e hanno famiglia. Speriamo che questo sia un inizio e presto possano riaprire altri settori”. 

Sanremo 2021: cantanti, canzoni, ospiti, date e tutto quello che c’è da sapere 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *