a-cannes,-un-nuovo-hotel-deco-con-rooftop-affacciato-sul-mare
Spread the love
La facciata dell’Hôtel Belle Plage nel quartiere Le Suquet a Cannes.© Christophe Coënon

Ci sono voluti tre anni di lavoro perché l’hotel Belle Plage vedesse la luce nel quartiere Le Suquet, a Cannes, dove la costa più selvaggia incontra il massiccio dell’Esterel. Per l’architetto e designer Raphael Navot, che ha anche ideato il décor del ristorante 39V a Parigi, il progetto è “venuto fuori” in modo naturale, come si nota anche nelle influenze scultoree che lo animano. Sono stati rimossi i balconi del 1930 e la facciata impolverata, e Navot ha rinnovato tutto l’edificio – “Ho mantenuto solo lo scheletro e il senso dell’architettura”, spiega, mescolando camere con vista sulle palme e sul mar Mediterraneo. Se l’influenza dell’era Bauhaus e degli edifici costruiti a Tel Aviv  nell’architettura dell’hotel Belle Plage è palpabile, Raphael Navot preferisce definire il luogo come un ambiente organico in cui le linee curve hanno un ruolo centrale. Specchi con cornici in rame, pavimenti in pietra con elementi di terrazzo veneziano, testiere in pelle riciclata, tessuti di lino grezzo, bagni in cemento cerato… I materiali naturali sono al centro della scena, e amplificano la sensazione di dormire in un accogliente bozzolo.