bollettino-del-14-gennaio:-i-numeri-dell’epidemia-in-italia
Spread the love

Il Ministero della Salute, nella giornata di oggi, giovedì 14 gennaio, comunicherà i numeri dell’epidemia da coronavirus in Italia tramite bollettino.

Coronavirus bollettino Italia gennaio
(Getty Images)

Il Ministero della Salute, nella giornata di oggi, giovedì 14 gennaio, renderà noti i numeri dell’epidemia da coronavirus in Italia.

IN AGGIORNAMENTO

Coronavirus, bollettino: i numeri del Covid-19 in Italia nella giornata di mercoledì 13 gennaio

Coronavirus
(Getty Images)

Il Ministero della Salute ha aggiornato, come di consueto, nella giornata di ieri lo stato dell’epidemia da Coronavirus diffusasi nel nostro Paese da quasi 11 mesi. Stando alla tabella sanitaria, il numero dei casi di contagio dall’inizio dell’emergenza era salito a 2.319.036. Proseguiva il calo dei soggetti attualmente positivi che risultavano essere 564.774, così come i pazienti ricoverati in terapia intensiva: 2.579 in totale. In salita il numero dei guariti che ammontavano a 1.673.936. Nelle ultime 24 ore si erano registrati 507 decessi che portavano il bilancio totale delle vittime a 80.326.

La Regione Basilicata, si leggeva nelle note, comunicava l’eliminazione di un caso positivo comunicato in data 11 gennaio 2021.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Bollettino del 13 gennaio: oltre 80mila decessi dall’inizio dell’emergenza

Coronavirus, bollettino: i numeri del Covid-19 in Italia nella giornata di martedì 12 gennaio

Il Ministero della Salute nella giornata di martedì ha comunicato che i casi di contagio dall’inizio dell’emergenza erano saliti a 2.303.263. Ancora in calo i soggetti attualmente positivi che risultavano essere 570.040, così come i pazienti ricoverati in terapia intensiva: 2.636 in totale. Anche il numero dei guariti saliva a 1.653.404 . Si aggrava il bilancio dei decessi in Italia che portava il totale a 79.819.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Bollettino del 12 gennaio: 616 decessi nelle ultime 24 ore

Nuovo decreto legge, introdotta la zona bianca: le Regioni che ne faranno parte

Nella serata di ieri, il Consiglio dei Ministri ha approvato un nuovo decreto legge che introduce nuove norme anti Covid. Come si legge nella nota pubblicata sul sito del Governo, il decreto ha confermato, sino al prossimo 15 febbraio, il divieto di ogni spostamento tra Regioni o Province autonome diverse ad eccezione di comprovate esigenze di necessità, salute o lavoro. Rimane consentito il rientro presso la propria abitazione di residenza o domicilio. Inoltre, dal 16 gennaio al 5 marzo, su tutto il territorio nazionale, sarà consentito, una sola volta al giorno, spostarsi verso un’abitazione privata dalle 5 alle ore 22 ad un massimo di due persone, oltre a quelle conviventi nell’abitazione in questione.

Tra le novità del decreto vi è quella dell’introduzione tra le fasce di rischio della cosiddetta zona bianca. In tale area rientreranno le regioni con il livello di rischio più basso ed un’incidenza dei contagi, per tre settimane consecutive, inferiore a 50 casi ogni 100mila abitanti.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Nuovo decreto legge, introdotta la zona bianca: le Regioni che ne faranno parte

Avviati i vaccini in Vaticano: Papa Francesco riceve la prima dose

Nella giornata di ieri, pare che Papa Francesco abbia ricevuto la prima dose di vaccino anti-Covid. A darne notizia un noto giornale americano nonché la Nacion con sede in Argentina. In ordine al vaccino il Pontefice si era già espresso, manifestando il proprio consenso. Lo avrebbe inteso come un dovere etico, ha affermato in una recente intervista. Ed avrebbe aggiunto altresì di essersi già messo in lista per ricevere la dose.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Avviati i vaccini in Vaticano: Papa Francesco riceve la prima dose



Dallo Stato di Città del Vaticano, però, in merito all’evento non arrivano conferme. Ad essere stato reso noto solo l’inizio della campagna vaccinale. Una notizia che, quindi, è stata riportata solo da terzi i quali affermano che tra tre settimane Sua Santità dovrebbe ricevere la dose di richiamo del vaccino Pfizer-BionTech

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *